Bonus casa: la guida Enea per la comunicazione dei dati

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Detrazioni per lavori di ristrutturazione che comportano risparmio energetico: come fare la comunicazione dei dati

L’Enea ha realizzato una pratica guida per la trasmissione dei dati relativi agli interventi che accedono alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia (art. 16 bis del dpr n.  917/86).

Al fine di consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico ottenuto dai suddetti interventi edilizi e tecnologici che accedono alle detrazioni fiscali, la legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori effettuati, come già previsto in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici (ecobonus).

Tale obbligo rimane in vigore anche per l’anno 2019 e 2020.

Gli interventi

Nella guida è presente la seguente tabella in cui sono riassunti gli interventi edilizi e tecnologici per i quali la trasmissione dei dati all’Enea è obbligatoria.

Componenti e tecnologieTipo di intervento
Strutture edilizie
  • riduzione della trasmittanza termica delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno
  • riduzione delle trasmittanze termiche delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi
  • riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno
Infissi
  • riduzione della trasmittanza termica dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi
Impianti tecnologici
  • installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti
  • sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda sanitaria per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • microcogeneratori (Pe<50kWe)
  • scaldacqua a pompa di calore
  • generatori di calore a biomassa
  • installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze
  • installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo (limitatamente ai sistemi di accumulo i dati vanno trasmessi per gli interventi con data di fine lavori a partire dal 01/01/2019)
  • teleriscaldamento
  • installazione di sistemi di termoregolazione e building automation
Elettrodomestici – solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal: 10 gennaio 2018 per le spese sostenute nel 2019; 1° gennaio 2019 per le spese sostenute nel 2020
  • forni
  • frigoriferi
  • lavastoviglie
  • piani cottura elettrici
  • lavasciuga
  • lavatrici
  • asciugatrici

Ammissibilità degli interventi

Per quanto riguarda l’ammissibilità degli interventi, si rimanda all’opuscolo dell’Agenzia delle Entrate “Ristrutturazioni edilizie: detrazioni fiscali”.

Scadenze

La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo ed esclusivamente per via telematica attraverso il portale dell’Enea.

Portale Enea

Ricordiamo che è operativo il portale Enea per la comunicazione dei dati necessari ad ottenere le detrazioni fiscali del 50% (bonus casa) relative agli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, la cui data di fine lavori è compresa tra il 1° gennaio 2020 e il 25 marzo 2020.

Fasi di inserimento

La guida descrive passo passo le fasi di inserimento per la trasmissione dei dati relativi agli interventi realizzati:

  • FASE 0: “Registrazione degli utenti”
  • FASE 1: “Compila i dati anagrafici”
  • FASE 2: “Inserisci l’immobile”
  • FASE 3: “Seleziona l’intervento”
  • FASE 4: “Verifica”
  • FASE 5: “Invia e stampa”

FAQ bonus casa

In allegato anche le FAQ sul bonus casa, ossia le domande e le risposte alle domande più frequenti, sempre a cura dell’Enea in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico.

Le FAQ, dal titolo: Interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabile che usufruiscono delle detrazioni fiscali del 50% previste per le ristrutturazioni edilizie – ex art. 16 bis del dpr 917/86, si suddividono per argomenti:

  • quesiti sulla procedura di trasmissione;
  • quesiti sull’individuazione degli interventi soggetti all’obbligo di comunicazione;
  • quesiti sugli impianti fotovoltaici;
  • quesiti sulle pompe di calore;
  • quesiti su serramenti, porte, persiane e tapparelle;
  • quesiti sugli elettrodomestici;
  • quesiti sulle valvole termostatiche e i sistemi di contabilizzazione;
  • quesiti di natura fiscale;
  • quesiti sul calcolo degli importi massimi detraibili.

Clicca qui per scaricare la guida Enea (aggiornamento marzo 2020)

Clicca qui per scaricare le FAQ

 

termus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *