Dichiarazione dei redditi 2018, la guida completa dell’Agenzia delle Entrate

Focus su deduzioni, detrazioni fiscali, ritenute e crediti di imposta: tutti gli elementi necessari per la compilazione della dichiarazione dei redditi 2018

Con circolare 7/E del 27 aprile 2018 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa ai redditi 2017: spese che danno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d’imposta, crediti d’imposta
e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l’apposizione del visto di conformità.

In realtà si tratta di un aggiornamento della precedente guida del Fisco (circolare 7/E del 2017), che tiene conto delle ultime novità normative, lasciando inalterato l’impianto generale.

La guida, i contenuti

Nella guida ci sono tutti gli elementi necessari per la compilazione della dichiarazione: viene fornito un elenco esaustivo e dettagliato con le relative spiegazioni delle spese che danno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d’imposta, crediti d’imposta.

Contiene, inoltre, l’elencazione della documentazione che i contribuenti devono esibire al CAF o al professionista abilitato; fornisce, ancora,  altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione e per l’apposizione del visto di conformità.

Sempre relativamente alla documentazione viene specificato anche l’obbligo di conservazione da parte di questi ultimi per la successiva produzione all’Amministrazione finanziaria.

In pratica, il documento risulta essere un utile strumento per:

  • gli operatori dei CAF e per i professionisti abilitati all’apposizione del visto di conformità
  • l’Amministrazione finanziaria nello svolgimento dell’attività di assistenza e di controllo documentale
  • il contribuente per la parte contenente il focus sulle deduzioni e le detrazioni fiscali

L’indice

La guida alla dichiarazione dei redditi 2018 segue l’ordine dei quadri del modello 730/2018, ossia:

  • Il rilascio del visto di conformità
  • Redditi e ritenute certificati dai sostituti d’imposta e indicati in dichiarazione
  • Oneri e spese per i quali è richiesta una detrazione dall’imposta lorda
  • Spese sanitarie
  • Interessi passivi per mutui
  • Interessi relativi a prestiti o mutui agrari
  • Spese di istruzione non universitarie
  • Spese di istruzione universitaria
  • Spese funebri
  • Spese per gli addetti all’assistenza personale
  • Spese per attività sportive praticate dai ragazzi
  • Spese per l’intermediazione immobiliare
  • Canoni di locazione sostenuti da studenti universitari fuori sede
  • Erogazioni liberali a popolazioni colpite da calamità o eventi straordinari
  • Erogazioni liberali ad associazioni sportive dilettantistiche
  • Erogazioni liberali a società di mutuo soccorso
  • Erogazioni liberali ad associazioni di promozione sociale
  • Erogazioni in denaro alla Fondazione la Biennale di Venezia
  • Spese relative ai beni soggetti a regime vincolistico
  • Erogazioni liberali a favore delle attività culturali ed artistiche
  • Erogazioni liberali a favore degli enti dello spettacolo
  • Erogazioni liberali in denaro a favore di fondazioni operanti nel settore musicale
  • Spese veterinarie
  • Servizio di interpretariato dei soggetti riconosciuti sordi
  • Erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado
  • Contributi per riscatto degli anni di laurea
  • Spese per la frequenza di asilo nido
  • Erogazioni liberali al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato
  • Premi di assicurazione
  • Premi relativi alle assicurazione sulla vita e contro gli infortuni
  • Premi relativi alle assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave
  • Premi relativi alle assicurazione aventi ad oggetto il rischio di non autosufficienza
  • Erogazioni liberali in denaro a favore delle ONLUS
  • Erogazioni liberali in denaro a favore dei partiti politici
  • Spese per canoni di leasing di immobile da adibire ad abitazione principale
  • Oneri e spese per i quali è richiesta una deduzione dal reddito complessivo
  • Contributi previdenziali e assistenziali
  • Assegno periodico corrisposto al coniuge
  • Contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari
  • Contributi ed erogazioni a favore di istituzioni religiose
  • Spese mediche e di assistenza specifica per le persone con disabilità
  • Contributi versati ai fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale
  • Contributi alle ONG riconosciute idonee che operano con i paesi in via di sviluppo
  • Erogazioni a Onlus, APS, fondazioni e associazioni riconosciute
  • Erogazioni liberali in denaro a favore di enti universitari, di ricerca pubblica e vigilati, enti parco regionali e nazionali
  • Erogazioni liberali, donazioni e altri atti a titolo gratuito a favore di trust o fondi speciali
  • Contributi versati a casse di assistenza sanitaria con fini esclusivamente assistenziali
  • Altri oneri deducibili
  • Previdenza complementare
  • Spese per acquisto o costruzione di immobili dati in locazione
  • Somme restituite al soggetto erogatore
  • Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio
  • Spese per l’arredo degli immobili ristrutturati
  • Spese per l’arredo degli immobili giovani coppie
  • IVA per acquisto abitazione classe energetica A o B
  • Spese per interventi finalizzati al risparmio energetico
  • Detrazioni per canoni di locazione relativi ad alloggi adibiti ad abitazione principale
  • Detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale
  • Detrazione per alloggi locati con contratti in regime convenzionale
  • Detrazione per canoni di locazione spettanti ai giovani per abitazione principale
  • Detrazione per lavoratori che trasferiscono la residenza per motivi di lavoro
  • Detrazione per il mantenimento dei cani guida
  • Detrazioni per l’affitto dei terreni agricoli ai giovani
  • Detrazione per borsa di studio
  • Donazione per “Ospedale Galliera“ di Genova
  • Versamenti in acconto e riporto dell’eccedenza dalla precedente dichiarazione dei redditi
  • Credito d’imposta per il riacquisto della prima casa
  • Credito d’imposta per i canoni non percepiti
  • Credito d’imposta per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione
  • Credito d’imposta per i redditi prodotti all’estero
  • Credito d’imposta per gli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo
  • Credito d’imposta per l’incremento dell’occupazione
  • Credito d’imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura
  • Erogazioni alla scuola (School Bonus)
  • Credito d’imposta per negoziazione e arbitrato
  • Credito d’imposta mediazioni per la conciliazione di controversie civili e commerciali

 

Clicca qui per conoscere FacTus-PA il software per la fatturazione elettronica

Clicca qui per conoscere la circolare 7/E del 27 aprile 2018

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *