Gli interventi di Restauro sono di competenza esclusiva degli Architetti

Gli intereventi di restauto di beni sottoposti a tutela sono di competenza esclusiva degli architetti.

Gli intereventi di restauto di beni sottoposti a tutela sono di competenza esclusiva degli architetti.
Ad affermarlo è il Consiglio di Stato che, con la sentenza n. 5239/06, ha confermato la piena validità del Regio Decreto 22 ottobre 1925, n. 2537 “Regolamento per le professioni d’ingegnere e di architetto”.
Tale provvedimento, all’art. 52, precisa che “le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla legge 20 giugno 1909, n. 364 per l’antichità e belle arti, sono di spettanza della professione di architetto, ma la parte tecnica può essere compiuta tanto dall’architetto quanto dall’ingegnere”.
I giudici amministrativi hanno ritenuto che il Citato Regolamento fosse pienamente vigente contrariamente a quanto sostenuto dal ricorrente (un ingegnere) che lo riteneva superato in base alle normative comunitarie di emanazione più recente.

DocumentoDimensioneFormato
Sentenza n. 5239/06 del Consiglio di Stato54 KbPDF
Regio Decreto 22 ottobre 1925, n. 253755 KbPDF
 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *