Fotovoltaico: on line la seconda edizione della guida all’integrazione architettonica del G.S.E.

La guida consente di individuare correttamente le tipologie di intervento che possono ricevere il riconoscimento di integrazione architettonica parziale oppure totale secondo le disposizioni del Decreto 19 febbraio 2007, per cui sono previste tariffe incentivanti più vantaggiose.

Il Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) ha reso disponibile la seconda edizione della guida all’integrazione architettonica del fotovoltaico, redatta secondo le indicazioni dei ministeri competenti e dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.
La guida consente di individuare correttamente le tipologie di intervento che possono ricevere il riconoscimento di integrazione architettonica parziale oppure totale secondo le disposizioni del Decreto 19 febbraio 2007, per cui sono previste tariffe incentivanti più vantaggiose.
Il documento è corredato da una vasta gamma di immagini che illustrano come gli impianti fotovoltaici possano integrarsi con i panorami urbani ed extraurbani rispettandone gli equilibri estetici e architettonici.
In questa nuova edizione il GSE intende sottolineare che, per ottenere il premio per l’integrazione architettonica di moduli fotovoltaici su pergole, pensiline, tettoie, serre ed ogni altro manufatto, l’impianto deve presentare caratteristiche sostanzialmente diverse dagli impianti a terra, remunerati con apposita tariffa.
A tal fine ha ritenuto opportuno fornire indicazioni circa le modalità di integrazione dei moduli necessarie per il riconoscimento dell’integrazione architettonica dell’installazione.

Clicca qui per scaricare la guida del GSE

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *