Geometri e geologi, in vigore i nuovi regolamenti per la formazione professionale

Pubblicati i nuovi regolamenti per la formazione professionale di geometri e geologi: criteri di definizione dei CFP e valutazione degli eventi formativi

Sul Bollettino ufficiale del Ministero della giustizia (n. 1 del 15 gennaio 2018) sono stati pubblicati i regolamenti per la formazione professionale geometri e geologi, in attuazione dell’art. 7 del dpr 137/2012 – Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali.

L’obbligo di aggiornamento continuo

L’obbligo della formazione continua previsto dal dpr 137/2012 riguarda le professioni regolamentate, il cui esercizio è consentito solo a seguito d’iscrizione in ordini o collegi, subordinatamente al possesso di qualifiche professionali o all’accertamento delle specifiche professionalità.

Ogni professionista ha l’obbligo di curare il proprio Aggiornamento Professionale Continuo (APC), al fine  di garantire la qualità ed efficienza della prestazione professionale, nel migliore interesse dell’utente e della collettività e per conseguire l’obiettivo dello sviluppo professionale.

Per esercitare la professione l’iscritto all’Albo deve essere in possesso di un minimo di crediti, attraverso corsi di formazione possono essere organizzati, oltre che da ordini e collegi, anche da associazioni di iscritti agli albi e da altri soggetti autorizzati dai consigli nazionali degli ordini o collegi.

Regolamento geometri

Il nuovo Regolamento del Consiglio nazionale dei geometri e dei geometri laureati è già in vigore dal 1° gennaio 2018.

Il regolamento è costituito dai seguenti articoli:

Art. 1. Definizioni
Art. 2. Obbligo formativo
Art. 3. Attività formativa
Art. 4. Attività formativa a distanza
Art. 5. Assolvimento obbligo formativo
Art. 6. Credito formativo professionale e adempimento obbligo
Art. 7. Valutazione eventi formativi
Art. 8. Curriculum Professionale Certificato
Art. 9. Commissione nazionale formazione professionale continua
Art. 10. Autorizzazione delle associazioni degli iscritti e altri soggetti
Art. 11. Compiti e attribuzioni del Consiglio Nazionale
Art. 12. Compiti e attribuzioni ai Collegi territoriali
Art. 13. Deroghe
Art. 14. Entrata in vigore

Criteri CFP

Ai fini dell’obbligo della formazione continua, ciascun iscritto deve conseguire nel triennio almeno 60 CFP; nel caso in cui nel triennio di formazione ne abbia conseguito un numero superiore al minimo previsto, l’eccedenza sarà attribuita nel triennio successivo nella percentuale del 50% per un massimo di 20 CFP.

Valutazione degli eventi formativi

  • Corsi di formazione e aggiornamento: 1 CFP ogni ora
  • Corsi di formazione e aggiornamento FAD: 1 CFP ogni ora
  • Esame nei corsi previsti da norme specifiche: 3 CFP
  • Corsi o esami universitari: 8 CFP ogni 1 CFU
  • Corsi di formazione post-secondari: 30 CFP
  • Corsi di formazione e aggiornamento FAD-Q: 2 CFP ogni ora
  • Seminari, convegni, giornate di studio (max 3 CFP per evento): 1 CFP
    ogni due ore (max 24 CFP triennali)
  • Visite tecniche e viaggi di studio  (max 3 CFP per evento): 1 CFP ogni due ore (max 12 CFP triennali)
  • Commissioni per gli esami di Stato: 6 CFP (max 12 CFP triennali)
  • Relazioni o lezioni in eventi formativi: fino a 3 CFP (max 18 CFP triennali)
  • Attività di docenza negli eventi formativi: 2 CFP ogni ora (max 30 CFP triennali)
    Pubblicazioni, articoli scientifici o tecnico professionali: fino a 6 CFP (max 18  CFP triennali)
  • Attività affidatario: 10 CFP ogni Prat. (max 20 CFP triennali)
  • Attività affidatario: 10 CFP ogni Appr. (max 20 CFP triennali)

Ai fini dell’attribuzione dei CFP deve essere assicurata la presenza minima obbligatoria dell’80% delle ore di formazione per il singolo evento. Nei corsi previsti da normative specifiche l’attribuzione dei CFP è  subordinata al superamento della prova finale ove prevista.

Curriculum Professionale Certificato

È istituito il Curriculum Professionale Certificato (CPC) sulla formazione professionale, consultabile on line, in quanto trattasi di pubblicità informativa che risponde al solo interesse della collettività.

Il CPC contiene:

  • gli eventi formativi svolti dal singolo iscritto conformemente al nuovo regolamento
  • la formazione e le esperienze coerenti con l’attività professionale
  • le qualifiche professionali acquisite
  • i titoli professionali acquisiti

Regolamento geologi

Il nuovo Regolamento del Consiglio nazionale dei geologi è già in vigore dal 15 gennaio 2018.

Il Regolamento è costituito dai seguenti articoli:

Art. 1. Principi generali ed oggetto
Art. 2. Soggetti interessati: obblighi ed esoneri
Art. 3. Certificazione dell’APC
Art. 4. Materie oggetto dell’APC
Art. 5. Funzioni e compiti di Enti e organi per l’APC
Art. 6. Misura e durata dell’APC
Art. 7. Criteri di definizione dei CFP
Art. 8. Procedimenti sanzionatori per l’APC
Art. 9. APC in convenzione o cooperazione
Art. 10. Autorizzazione per lo svolgimento dell’APC
Art. 11. Disposizioni finali

Criteri di definizione dei CFP

Ciascun periodo di APC ha durata triennale e ogni iscritto all’Albo deve conseguire 50 crediti tra il 1° gennaio del primo anno ed il 31 dicembre del terzo anno.

I neoiscritti sono tenuti ad ottemperare all’obbligo a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di iscrizione; ed è obbligatorio conseguire almeno 8 CFP in materia di deontologia, obblighi previdenziali, competenze e responsabilità professionali, nel primo triennio formativo.

L’esubero di crediti acquisiti durante un triennio non è trasferibile al triennio successivo.

La frequenza frontale o a distanza dà diritto ad 1 CFP per ogni ora o frazione di ora di presenza all’evento. La percentuale di frequenza del singolo evento di aggiornamento è fissata all’80% della sua durata; escursioni e visite tecniche sono valutate al 100%, al netto del tempo di trasferimento.

Nel caso di partecipazione ad eventi svolti a distanza, per via telematica, i CFP potranno essere acquisiti esclusivamente ove vi sia una preventiva apposita verifica di presenza intermedia e finale.

Nel caso di partecipazione ad eventi APC, ove sia prevista una verifica finale, il numero dei CFP attribuiti può essere aumentato del 50% nel caso in cui la verifica sia superata dal partecipante; gli eventi organizzati in via telematica non prevedono, invece, l’aumento del 50% pur in presenza di verifica finale.

 

Clicca qui per scaricare il nuovo Regolamento geometri

Clicca qui per scaricare il nuovo Regolamento geologi

Clicca qui per conoscere Compensus-LP FREE, il software gratuito per calcolare i corrispettivi delle prestazioni di progettazione

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *