Rimborso canone Rai: come procedere con le FAQ aggiornate

Rimborso canone Rai: i nuovi chiarimenti circa le motivazioni, le modalità e la tempistica della richiesta di rimborso nelle FAQ aggiornate delle Entrate

Nel caso di errato pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato mediante addebito nelle fatture per energia elettrica, è possibile richiederne il rimborso compilando un apposito modulo; il modulo di rimborso può essere inviato per posta raccomandata o telematicamente tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 15 settembre 2016.

Sarà poi l’Agenzia delle Entrate, dopo aver effettuato i dovuti controlli, a comunicare alle imprese elettriche l’eventuale accredito da effettuare a titolo di rimborso, con accredito sulla prima bolletta utile oppure con altre modalità. L’operazione di rimborso deve concludersi entro 45 giorni dalla data in cui il fornitore elettrico ha ricevuto le necessarie informazioni da parte dell’Agenzia.

I casi di rimborso

Il rimborso è possibile se:

  • il contribuente o un suo familiare sono esenti dal canone per età e reddito (ultra 75enni con reddito familiare non superiore a euro 6.713,98), ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva; sul modulo di richiesta di rimborso va indicato il codice 1
  • il contribuente è esente in base a convenzioni internazionali (agenti diplomatici, funzionari o impiegati consolari, funzionari di organizzazioni internazionali, etc.), ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva; sul modulo di richiesta di rimborso va indicato il codice 2
  • il canone è già stato pagato con altre modalità (per esempio con addebito sulla pensione); sul modulo di richiesta di rimborso va indicato il codice 3
  • il canone è già stato pagato su un’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia; sul modulo di richiesta di rimborso va indicato il codice 4
  • il contribuente ha presentato la dichiarazione sostitutiva di non possesso della Tv con le modalità e nei tempi previsti dall’Agenzia delle entrate per il 2016 (esenzione totale se inviata entro il 16 maggio 2016, esenzione per il secondo semestre se inviata entro il 30 giugno 2016); sul modulo di richiesta di rimborso va indicato il codice 5
  • altri motivi diversi dai precedenti; sul modulo di richiesta di rimborso va indicato il codice 6

L’Agenzia delle Entrate ha fornito al riguardo gli opportuni chiarimenti aggiornando sul proprio sito la pagina relativa alle FAQ sul rimborso del canone TV.

In particolare, i chiarimenti riguardano le motivazioni, le modalità e la tempistica dei rimborsi.

Ecco alcuni dei quesiti più frequenti pervenuti da parte dei contribuenti circa l’istanza di rimborso del pagamento dell’abbonamento alla televisione addebitato nella bolletta della luce.

  1. Chi può presentare l’istanza di rimborso del canone TV addebitato nella bolletta elettrica?
  2. Come si presenta l’istanza di rimborso del canone TV addebitato nella bolletta elettrica?
  3. Dove trovo il modello di istanza di rimborso del canone TV addebitato nella bolletta elettrica?
  4. Per quali motivi posso chiedere il rimborso del canone TV addebitato nella bolletta elettrica?
  5. Nel caso di un’istanza di rimborso con causale codice 4, come compilo il modello?
  6. Quali effetti produce un’istanza di rimborso con causale codice 4?
  7. Se il motivo per cui voglio chiedere il rimborso del canone TV addebitato nella bolletta elettrica è diverso da quelli indicati nei codici da 1 a 5, cosa devo indicare?
  8. Chi verifica i presupposti della richiesta di rimborso?

In allegato l’elenco completo delle domande e risposte fornite dall’Agenzia delle Entrate in merito ai quesiti avanzati e il modulo per l’istanza di rimborso canone Rai nella bolletta elettrica.

 

Clicca qui per accedere alle FAQ delle Entrate

Clicca qui per scaricare il modello per la domanda di rimborso

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *