E' arrivato il momento di accendere i riscaldamenti. Ecco i limiti imposti dalle norme e come risparmiare sul riscaldamento

FAQ Enea detrazione 65%: building automation e schermature solari

FAQ Enea detrazione 65%: building automation e schermature solari. Chiarimenti su termini di invio richiesta e modalità di calcolo

Tra le novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016 c’è la proroga a tutto il 2016 della detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficienza energetica negli edifici.

L’incentivo, inoltre, è esteso anche a nuove tipologie di intervento, ossia alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di:

  • building automation, dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative
  • schermature solari

Sul portale dell’Enea, dedicato alle detrazioni fiscali per il risparmio energetico, sono state aggiornate l’11 novembre 2016 le FAQ.

Le nuove FAQ contengono spiegazioni proprio su building automation e schermature solari.

FAQ Enea detrazione 65%, building automation

Nella FAQ 46 viene chiesto all’Enea come comportarsi in caso di installazione (antecedente al 6 settembre 2016 e successiva al primo gennaio) di impianti di controllo remoto dell’impianto termico.

Per questi dispositivi è stato possibile trasmettere le relative richieste di detrazione ad Enea solo a partire dal 6 settembre 2016.

L’Enea chiarisce che per questo tipo di interventi, sulla base dello Statuto dei diritti del contribuente (previsto dalla legge n. 212 del 27 luglio 2000 e successivi aggiornamenti), è possibile calcolare i 90 giorni non dall’ultimazione dei lavori, ma proprio a partire dal 6 settembre (giorno in cui è stato reso disponibile il sito per la comunicazione).

FAQ detrazione 65%, schermature solari

Nella FAQ 47 viene chiesto come calcolare il risparmio energetico stimato relativo all’installazione di schermature solari.

Viene chiesto all’Enea cosa inserire nell’allegato F, al campo n. 13, in corrispondenza del campo risparmio energetico stimato in kW che si ottiene installando schermature solari.

Secondo l’Enea il calcolo del risparmio energetico che si consegue installando le schermature solari va fatto in maniera analitica e non semplificata.

In particolare,

  • per le schermature solari comprese nelle cosiddette “chiusure oscuranti, cioè che sono parte integrante della chiusura trasparente (esempio: persiane, avvolgibili, ecc.), il calcolo deve essere riferito al consumo energetico invernale, in quanto queste esercitano la loro funzione di risparmio energetico essenzialmente nella stagione invernale, riducendo di fatto la trasmittanza della finestra a cui sono applicate
  • per le schermature solari “non in combinazione con vetrate, che invece sviluppano la loro funzione di risparmio energetico essenzialmente nella stagione estiva (esempio: tende da sole, frangisole, ecc.), il calcolo deve essere riferito al consumo energetico estivo, in quanto queste esercitano la loro funzione di risparmio energetico essenzialmente nella stagione estiva.

Per entrambe le tipologie, solo in caso di assenza dello specifico impianto di riscaldamento per le chiusure oscuranti e di raffrescamento per le schermature solari non in combinazione con vetrate, riteniamo che sia concesso all’utente di inserire il valore “0” nel campo 13 dell’Allegato F.

 

Clicca qui per scarica la FAQ aggiornata all’11 novembre 2016

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *