Expo 2015 architettura, il padiglione Colombia ispirato alla biodiversità

Expo 2015 architettura, video e gallery del padiglione Colombia che si ispira ai 5 livelli termici e alla biodiversità del Paese

Ancora pochi giorni alla fine dell’esposizione universale, Expo 2015, che chiuderà i battenti il 31 ottobre 2015.

Tra i Paesi partecipanti alla manifestazione che meglio hanno interpretato il tema di Expo, il cibo, c’è sicuramente il padiglione della Colombia.

Infatti, il tema della partecipazione della Colombia ad Expo  è “Naturalmente sostenibile“, scelto per mostrare che è possibile raggiungere un equilibrio tra uomo e natura, in grado di assicurare un’alimentazione sostenibile, sana, buona e sufficiente per tutti.

Dal suolo arido alle gelide nevi, la Colombia racchiude tutti i piani termici esistenti (pisos termicos de Colombia), corrispondenti ai diversi climi che il Paese riunisce in un solo territorio alle diverse altitudini: dai 0 a 5.000 metri.

Proprio grazie alla sua particolare condizione climatica, la Colombia è infatti caratterizzata da oltre 50.000 specie di flora e fauna, che costituiscono il 10% della biodiversità del Pianeta: i piani termici e la biodiversità sono gli elementi da cui ha tratto ispirazione il padiglione colombiano.

Expo 2015, il padiglione Colombia e la sua architettura

Il padiglione Colombia si estende su un’area espositiva complessiva di 1.907 m². Ha un aspetto moderno, che esprime innovazione e sostenibilità, costruito con uno dei materiali a più basso impatto ambientale, il legno d’abete bianco ed altri materiali riciclabili al 100%, senza l’utilizzo di acqua e calcestruzzo. 

Il padiglione è suddiviso in moduli, ognuno dei quali rappresenta una zona climatica con le diverse altitudini, dal livello del mare fino ai ghiacciai.

La facciata è un’allegoria della biodiversità del Paese.

Immagini di fauna, quali Guacamayas (pappagalli molto grandi), rane, farfalle e altre specie e flora decorano il perimetro esterno del padiglione in maniera dinamica, cambiano a seconda della posizione da cui si guardano, caratterizzando la visita di tutto il  padiglione.

Queste immagini si muovono sullo sfondo di 6 diversi paesaggi colombiani, mostrando la bellezza dei fiumi e delle lagune, l’imponenza dei mari, la grandezza dei deserti e la tranquillità delle spiagge del Paese.

Expo 2015, il padiglione Colombia e il percorso

La visita al padiglione della Colombia si articola attraverso 5 piani termici che caratterizzano la Colombia e fanno da filo conduttore del padiglione.

Grazie ad un percorso itinerante attraverso i piani termici  e i prodotti tipici che li rappresentano, il visitatore ha modo di compiere un’esperienza sensoriale fatta di musica, colori, sapori, ambienti e percezioni.

Entrando nel padiglione, un video mostra i sentieri, le montagne, e i fiumi del Paese sudamericano: sono presenti personaggi che ne hanno segnato la storia, da Gabriel Garcia Marquez a Shakira.

All’ingresso di ogni modulo, infatti, un pannello ricorda i personaggi celebri (per meriti artistici, sportivi, culturali, ecc.), nati in quella zona climatica.
La visita inizia con una scalinata, al termine della quale si entra nella prima sala, dove su un tavolo a forma di Colombia è proiettato un video sull’origine geologica del Paese, punto di incontro tra 3 catene montuose e 2 mari.

Zona calda

L’area espositiva del clima caldo (sotto i 1.000 metri) si caratterizza per un caleidoscopio floreale. Ossia un video proiettato sul muro, con un fiore in sovrimpressione nel quale si ricompongono le mille immagini diverse dei paesaggi colombiani, illustra le caratteristiche di una zona (circa 900.000 kmq) che rappresenta l’80% della terraferma e delle isole della Colombia.

Zona temperata

Proseguendo, si trova la zona relativa al clima temperato che si caratterizza per le piantagioni di caffè, protagonista di questa fascia, e di banane; questa è l’area della Colombia a cui si è ispirato il Nobel per la letteratura Gabriel Garcia Marquez per il libro Cent’anni di solitudine.

Zona fredda

Proseguendo il percorso, la temperatura scende fino a 15°C nella zona fredda, dove il visitatore ne può ammirare gli aspetti più caratteristici grazie ai 5 video presenti.

Zona del pàramo

Continuando attraverso i piani termici della Colombia, si arriva alla zona del páramo (ovvero riserve d’acqua naturali, le fonti idriche più importanti del Paese) con una temperatura pari a 10°.
Qui viene ricreato uno scenario che fa omaggio all’acqua, il cui movimento si crea con l’uso di onde sonore provenienti da un altoparlante.

Zona del Cristóbal Colón

Si giunge alla vetta più alta della Colombia, il picco Cristóbal Colón, la montagna più alta del mondo in riva al mare, dove si raggiungono più di 5.000 metri di altitudine e la temperatura scende a quasi 0°C.

Dalla cima di uno dei 5 picchi nevosi in Colombia si incomincia a scendere: un video ripercorre in verticale tutti i paesaggi fin qui visitati, come se fosse un ascensore in grado di percorrere tutte le altitudini colombiane.

Auditorium

Giunti al piano inferiore si trova un ampio auditorium, dove un video musicale trasmette una melodia composta da Carlo Vives ed eseguita da 5 artisti o gruppi musicali, ognuno dei quali proveniente da uno dei 5 piani termici.

Si conclude così la visita emozionale attraverso il sorprendente padiglione della Colombia.

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *