Etichettatura energetica UE: nuovi regolamenti per illuminazione ed elettrodomestici

In Gazzetta Europea i nuovi regolamenti che riguardano l’etichettatura energetica di sorgenti luminose e grandi elettrodomestici

Nella Gazzetta Europea L315 del 5 dicembre 2019 sono stati pubblicati una serie di regolamenti che riguardano l’etichettatura energetica di alcuni dispositivi elettronici e delle sorgenti luminose.

In particolare sono stati pubblicati:

  • Regolamento delegato (UE) 2019/2013 della Commissione, dell’11 marzo 2019, per quanto riguarda l’etichettatura energetica dei display elettronici;
  • Regolamento delegato (UE) 2019/2014 della Commissione, dell’11 marzo 2019, per quanto riguarda l’etichettatura energetica delle lavatrici per uso domestico e delle lavasciuga biancheria per uso domestico;
  • Regolamento delegato (UE) 2019/2015 della Commissione, dell’11 marzo 2019, per quanto riguarda l’etichettatura energetica delle sorgenti luminose;
  • Regolamento delegato (UE) 2019/2016 della Commissione, dell’11 marzo 2019, per quanto riguarda l’etichettatura energetica degli apparecchi di refrigerazione;
  • Regolamento delegato (UE) 2019/2017 della Commissione, dell’11 marzo 2019, per quanto riguarda l’etichettatura energetica delle lavastoviglie;
  • Regolamento delegato (UE) 2019/2018 della Commissione, dell’11 marzo 2019, per quanto riguarda l’etichettatura energetica degli apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta.

Sono stati, inoltre, pubblicati i Regolamenti UE che stabiliscono specifiche per la progettazione ecocompatibile:

  • degli apparecchi di refrigerazione;
  • delle sorgenti luminose e delle unità di alimentazione separate;
  • dei display elettronici;
  • delle lavastoviglie per uso domestico;
  • delle lavatrici per uso domestico e delle lavasciuga biancheria per uso domestico;
  • degli apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta.

Regolamento (UE) sull’etichettatura energetica delle sorgenti luminose

Il Regolamento delegato 2019/2015 integra il regolamento (UE) 2017/1369 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura energetica delle sorgenti luminose e abroga il regolamento delegato (UE) n. 874/2012 della Commissione.

Il regolamento stabilisce requisiti di etichettatura delle sorgenti luminose, con o senza unità di alimentazione integrata, nonché di fornitura d’informazioni supplementari al riguardo.

I requisiti si applicano anche alle sorgenti luminose immesse sul mercato come parte di un prodotto contenitore.

L’etichetta di dimensioni standard è come segue:

etichetta sorgenti luminose

Etichetta sorgenti luminose secondo il nuovo Regolamento UE

L’etichetta di una sorgente luminosa include le seguenti informazioni:

  • I. marchio o nome del fornitore;
  • II. identificativo del modello del fornitore;
  • III. scala delle classi di efficienza energetica da A a G;
  • IV. consumo di energia elettrica della sorgente luminosa in modo acceso per 1 000 ore, espresso in kWh;
  • V. codice QR;
  • VI. classe di efficienza energetica conformemente all’allegato II;
  • VII. numero del presente regolamento, vale a dire «2019/2015».

Obblighi dei fornitori

I fornitori di sorgenti luminose provvedono a che:

  1. ogni sorgente luminosa immessa sul mercato come prodotto indipendente (cioè non in un prodotto contenitore) in un imballaggio sia corredata di un’etichetta stampata sull’imballaggio;
  2. i parametri della scheda informativa del prodotto, di cui all’allegato V, siano inseriti nella banca dati dei prodotti;
  3. su specifica richiesta del distributore, la scheda informativa del prodotto sia messa a disposizione in formato stampa;
  4. il contenuto della documentazione tecnica di cui all’allegato VI sia inserito nella banca dati dei prodotti;
  5. i messaggi pubblicitari visivi riguardanti un dato modello di sorgente luminosa riportino la classe di efficienza energetica del modello e la gamma di classi di efficienza energetica figurante sull’etichetta, conformemente agli allegati VII e VIII;
  6. il materiale tecnico-promozionale che descrive i parametri tecnici specifici di un dato modello di sorgente luminosa, compreso il materiale tecnico-promozionale su Internet, includa la classe di efficienza energetica del modello e la gamma di classi di efficienza energetica figurante sull’etichetta, conformemente all’allegato VII;
  7. un’etichetta elettronica conforme, per formato e contenuto informativo, a quanto disposto nell’allegato III sia messa a disposizione dei distributori per ciascun modello di sorgente luminosa;
  8. una  scheda informativa del prodotto in formato elettronico conforme a quanto disposto nell’allegato V, sia messa a disposizione dei distributori per ciascun modello di sorgente luminosa;
  9. su richiesta del distributore e a norma dell’articolo 4, lettera e), le etichette stampate per il riscalaggio dei prodotti siano fornite sotto forma di adesivo avente le stesse dimensioni dell’etichetta esistente.

 

termus
termus

 

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *