Edilizia scolastica, al via il bando per recupero e abbellimento degli spazi comuni

Edilizia scolastica, al via il bando per recupero e abbellimento degli spazi comuni

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Edilizia scolastica, entro il 10 dicembre l’invio dei progetti per accedere ai fondi del MIUR. Finalità, soggetti e tipologia di interventi ammessi 

In arrivo 1 milione di euro per il recupero e la valorizzazione degli ambienti comuni nell’edilizia scolastica, ai sensi del decreto 435/2015, recante i “Criteri e parametri per l’assegnazione diretta alle istituzioni scolastiche nonché per la determinazione delle misure nazionali relative la missione Istruzione Scolastica, a valere sul Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche”.

Il MIUR (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca) ha pubblicato l’avviso del 5 novembre 2015 per l’individuazione e l’acquisizione di proposte progettuali da parte delle istituzioni scolastiche, per la realizzazione di interventi finalizzati a rendere le scuole italiane più accoglienti.

Finalità, soggetti e tipologia di interventi ammessi, ecco quanto indicato nell’avviso pubblico:

Finalità

Obiettivo e finalità dell’avviso è quello di finanziare interventi tesi a promuovere :

  • il recupero, riqualificazione e abbellimento di spazi delle scuole
  • la realizzazione di scuole accoglienti, aperte al territorio, che favoriscano processi di integrazione e multiculturalismo
  • la sinergia tra le esigenze scolastiche e la creatività degli studenti

Soggetti ammessi alla selezione

I soggetti che possono partecipare alla selezione sono:

  • le scuole statali di ogni ordine e grado, singolarmente o in reti, anche attraverso il coinvolgimento di enti, fondazioni o associazioni culturali, istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e/o enti locali e territoriali

Tipologia di proposte ammissibili

Le proposte ammissibili a contributo devono riguardare il recupero, la riqualificazione e la valorizzazione di spazi comuni presenti nelle istituzioni scolastiche per la realizzazione di cantieri e laboratori permanenti di creatività, per l’abbellimento delle scuole anche attraverso un diverso utilizzo.

50.000 euro è il contributo massimo erogato dal Miur per ogni singolo progetto, fino al raggiungimento della somma finanziata (1 milione di euro).

Modalità di partecipazione e documentazione

Entro le 23.59 di giovedì 10 dicembre 2015 (a partire dal 10 novembre scorso) le scuole statali di ogni ordine e grado, singolarmente o in reti, potranno inviare la propria candidatura secondo le modalità indicate nel bando (collegandosi al seguente link) e con allegata la documentazione richiesta.

Valutazione delle proposte progettuali

Le proposte inviate ed ammissibili verranno valutate sulla base dei seguenti criteri:

  • massimo 20 punti per la coerenza del progetto con le finalità e gli obiettivi
  • massimo 15 punti per il coinvolgimento di associazioni, enti, organismi che creino un legame tra la scuola e il territorio
  • massimo 15 punti per il grado di coinvolgimento degli studenti, sin dalla fase di progettazione
  • massimo 15 punti per la capacità del progetto di ridurre la dispersione scolastica
  • massimo 15 punti per la capacità del progetto di garantire la coesione sociale, l’integrazione e il multiculturalismo attraverso il coinvolgimento di alunni disabili o stranieri
  • massimo 20 punti per la qualità, innovatività e fruibilità del progetto, delle attività e delle metodologie proposte

In allegato l’avviso del MIUR, con l’istanza di partecipazione e la scheda tecnica relativa al progetto da proporre.

 

Clicca qui per scaricare l’avviso pubblico del Miur “La mia scuola accogliente”

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *