Edilizia scolastica, finanziamenti per l’efficientamento energetico

Edilizia scolastica, finanziamenti per l’efficientamento energetico

Edilizia scolastica, il decreto 14 aprile 2015 definisce criteri e modalità per i finanziamenti per l’efficientamento energetico degli edifici

É in vigore dal 14 maggio scorso il decreto del Ministero dell’ambiente e dell’economia del 14 aprile 2015 che prevede la concessione di finanziamenti a tasso agevolato (concessi nel limite massimo di 350.000.000,00 Euro) al fine di rendere gli edifici scolastici pubblici più efficienti sotto il profilo energetico.

Il decreto individua i criteri e le modalità di concessione, erogazione e rimborso dei finanziamenti a tasso agevolato per gli interventi urgenti in merito all’efficientamento energetico degli edifici scolastici (ossia per gli interventi descritti dal decreto Competitività).

 

Edilizia scolastica, chi può accedere ai finanziamenti

Possono beneficiare dei finanziamenti disciplinati dal decreto in esame i soggetti pubblici proprietari di immobili pubblici destinati all’istruzione scolastica, ivi inclusi gli asili nido, e all’istruzione universitaria, nonché di edifici pubblici dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) di cui alla legge 21 dicembre 1999, n. 508.

Possono, inoltre, beneficiare i soggetti pubblici che, a titolo gratuito o oneroso, hanno in uso gli immobili di cui al comma 1, e in particolare i soggetti che hanno in carico gli immobili di cui all’art. 8, comma 1 della legge n. 23/96 e s.m.i. Per accedere al finanziamento a tasso agevolato tutti i soggetti beneficiari dovranno rispettare i requisiti minimi elencati nell’art. 4 del decreto.

L’importo massimo complessivo del finanziamento non può superare il valore di 20 milioni di euro per singolo progetto di investimento e deve essere inferiore al 50% del valore degli interventi del fondo stesso.

 

Edilizia scolastica, contenuto del decreto sull’efficientamento energetico

Nel dettaglio gli articoli del decreto analizzano:

  • risorse finanziarie
  • ambito oggettivo di applicazione
  • criteri minimi degli interventi
  • importo massimo finanziabile e durata massima del finanziamento
  • beneficiari
  • definizione progetti di investimento

Edilizia scolastica, come accedere ai finanziamenti per l’efficientamento energetico

Le domande di ammissione e la relativa documentazione potranno essere inoltrate al Ministero dell’Ambiente e a Cassa Depositi e Prestiti (CDP), mediante PEC, a partire dal 13 maggio 2015 e fino alle ore 17,00 del novantesimo giorno successivo.

In allegato proponiamo il decreto con la domanda di ammissione all’agevolazione.


Clicca qui per scaricare il Decreto 14 aprile 2015, n. 66, efficientamento energetico degli edifici scolastici



Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *