Edilizia scolastica: assegnati 321 milioni di euro a 471 scuole per la messa in sicurezza

Edilizia scolastica: pubblicato il decreto con l’elenco degli edifici scolastici beneficiari dei fondi per interventi di adeguamento sismico e messa in sicurezza

È stato pubblicato il decreto 8 agosto 2017 sulla Gazzetta Ufficiale n. 265 del 13 novembre 2017, recante: Ripartizione del fondo di cui all’articolo 25, commi 1 e 2-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, in favore delle Province e Città metropolitane.

Il decreto in esame prevede la ripartizione del fondo di 321.100.000 euro, ripartito tra le annualità 2017, 2018, 2019 e 2020, per interventi di adeguamento sismico e messa in sicurezza degli edifici scolastici, a seguito delle indagini diagnostiche per le Province e le Città metropolitane, come previsto nel programma “Edilizia Scolastica 2014-2018”.

Ripartizione dei fondi

Nella tabella seguente vengono riportati i valori degli importi finanziati regione per regione:

Regione Finanziamento (euro)
Abruzzo 14.500.000,00
Basilicata 8.000.000,00
Calabria 27.500.000,00
Campania 48.000.000,00
Emilia Romagna 29.800.000,00
Friuli Venezia Giulia 18.500.000,00
Lazio 23.500.000,00
Liguria 5.000.000,00
Lombardia 25.000.000,00
Marche 12.000.000,00
Molise 4.000.000,00
Piemonte 15.000.000,00
Puglia 17.000.000,00
Sardegna 4.500.000,00
Sicilia 24.000.000,00
Toscana 16.800.000,00
Umbria 8.000.000,00
Veneto 20.000.000,00
Totale 321.100.000,00

Le risorse sono ripartite tra le annualità nel seguente modo:

  1. 79 milioni di euro per l’anno 2017
  2. 118 milioni di euro per l’anno 2018
  3. 80 milioni di euro per l’anno 2019
  4. 44,1 milioni di euro per l’anno 2020

 

In allegato al decreto si trova l’elenco di tutte le 478 scuole (Regione per Regione) già finanziate, ma anche di quelle che potranno essere soddisfatte con le economie e i ribassi d’asta.

 

Clicca qui per scaricare il decreto 8 agosto 2017

Clicca qui per conoscere Edilus-EE, il software per la verifica e l’adeguamento sismico di edifici esistenti

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *