Nuovo Rapporto Legambiente: l’economia circolare nel settore delle costruzioni

L’economia circolare nel settore delle costruzioni: ecco il nuovo Rapporto Legambiente sulla riduzione dell’impatto degli interventi e la spinta al riciclo dei materiali

Il futuro delle costruzioni passa per l’innovazione ambientale. Grazie all’economia circolare oggi è possibile guardare in modo nuovo al rilancio del settore, riducendo l’impatto degli interventi e spingendo il riciclo di materiali.

Queste sono le prospettive chiaramente scritte nelle Direttive europee e dimostrate in cantieri di opere pubbliche in Italia e all’estero, che dimostrano la concreta possibilità di ridurre l’impatto sugli ecosistemi e di spingere, al contempo, la creazione di lavoro e di ricerca applicata.

Il Rapporto dell’Osservatorio Recycle, promosso da Legambiente, ha come obiettivo di raccontare e approfondire i cambiamenti già in corso nelle infrastrutture come in edilizia.

La Direttiva 2008/98/CE prevede che al 2020 si raggiunga un obiettivo pari al 70% del riciclo dei rifiuti da costruzione e demolizione.

Purtroppo i processi stanno procedendo troppo lentamente e le imprese che in questi anni hanno investito in ricerca e sviluppo su materiali e aggregati provenienti dal riciclo si trovano di fronte a barriere normative spesso insuperabili.

La green economy nel settore delle costruzioni

Quella dell’economia circolare è una straordinaria opportunità per il nostro Paese e le sue imprese, di innovazione e riduzione di spesa, rilancio economico e occupazionale.

Per rendere possibile tutto ciò sono necessari riferimenti normativi, semplificazioni, obiettivi e controlli, quali:

  1. attuare la Direttiva Europea introducendo obblighi crescenti di utilizzo di aggregati riciclati
  2. cambiare i capitolati fissando obiettivi prestazionali.
  3. controlli e monitoraggio dei rifiuti da demolizione

Nel Rapporto vengono proposti esempi pratici positivi di opere realizzate, ad esempio mediante:

  • l’utilizzo di materiali provenienti dal riciclo in edilizia
    • Juventus stadium
    • palaghiaccio di Torino
    • i laterizi riciclati a Bolzano
  • l’utilizzo di materiali provenienti dal riciclo nelle infrastrutture
    • la pista ciclabile a Roma con materiali riciclati
    • asfalti con gomma riciclata in Val Venosta
    • gli aggregati riciclati nel passante di Mestre
  • la spinta ai materiali provenienti dal riciclo nelle infrastrutture nelle normative e nei bandi
    • gli incentivi del Comune di Prato
    • Capitola Provincia Pisa e Genova
    • Roma Capitale – riempimento buche con aggregati riciclati

 

Clicca qui per scaricare il rapporto di Legambiente

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *