Ecobonus e nuovi Vademecum ENEA. Come fare la relazione tecnica

L’ENEA ha pubblicato i nuovi Vademecum per l’invio telematico per ottenere l’ecobonus. Tra le novità la relazione tecnica firmata dal professionista abilitato

L’ENEA ha da pochi giorni attivato il nuovo portale per l’invio telematico per la documentazione necessario per usufruire dell’ecobonus (detrazione fiscale a partire dal 50% fino all’85%).

Al riguardo la stessa ENEA ha aggiornato i Vademecum per l’invio della documentazione. In particolare, sono stati pubblicati i Vademecum relativi ai seguenti interventi edilizi:

  • Parti comuni condominiali (detrazioni del 70 e 75%)
  • Serramenti e infissi
  • Caldaie a condensazione
  • Collettori solari
  • Pompe di calore
  • Coibentazione strutture
  • Riqualificazione globale
  • Caldaie a biomassa
  • Schermature solari
  • Building automation
  • Sistemi ibridi
  • Microcogeneratori

In questo articolo vediamo come operare in caso di interventi su parti condominiali (per ottenere detrazioni del 70 e 75%) e come deve essere fatta la relazione tecnica dell’intervento da parte del tecnico abilitato.

Invio telematico ENEA parti comuni

In merito alla riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, sono agevolabili:

  1. interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo (detrazione fiscale del 70%);
  2. stessi interventi del punto a) finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la “qualità media” di cui alle tabelle 3 e 4 dell’allegato 1 al DM 26/06/2015 – “decreto linee guida” – (detrazione fiscale del 75%);
  3. stessi interventi di cui ai punti a) e b) e contestuali interventi che conseguono la riduzione di 1 classe di rischio sismico (detrazione fiscale dell’80%);
  4. stessi interventi di cui ai punti a) e b) e contestuali interventi che conseguono la riduzione di 2 classi di rischio sismico inferiore (detrazione fiscale dell’85%).

Possono accedere alla detrazione tutti i contribuenti che:

  • sostengono le spese di riqualificazione energetica;
  • posseggono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.

E’ possibile per tutti i contribuenti in luogo delle detrazioni, optare per la cessione del credito.

Relativamente agli edifici, alla data della richiesta di detrazione, questi devono

  • essere “esistenti” ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso e in regola con il pagamento di eventuali tributi;
  • dotati di impianto termico.

Per quanto riguarda la detrazione fiscale (da suddividere in 10 quote annuali costanti), si applicano le seguenti soglie:

  • interventi di tipo a) detrazione del 70% delle spese totali sostenute dal 1.1.2017 al 31.12.2021;
  • interventi di tipo b) detrazione del 75% , delle spese totali sostenute dal 1.1.2017 al 31.12.2021;
  • interventi di tipo c) detrazione dell’80% , delle spese totali sostenute dal 1.1.2018 al 31.12.2021;
  • interventi di tipo d) detrazione dell’85% , delle spese totali sostenute dal 1.1.2018 al 31.12.2021.

I limiti massimi di spesa ammissibili sono i seguenti:

  • interventi di tipo a) e b) = 40.000€ moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio;
  • interventi di tipo c) e d) = 136.000€ moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.

Relazione tecnica firmata dal professionista

In merito alla documentazione da trasmettere all’ENEA, la stessa ENEA sottolinea che per questi interventi la scheda descrittiva dell’intervento deve essere compilata e firmata da un tecnico abilitato e trasmessa  entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori, come da collaudo delle opere, esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui essi sono terminati.

I tecnici abilitati sono:

  • ingegneri
  • architetti
  • geometri
  • periti

iscritti al proprio albo professionale.

La relazione elaborata dal tecnico deve contenere: 

  • la dichiarazione che l’intervento riguardi parti comuni dell’edificio e che abbia incidenza superiore al 25% della superficie disperdente dell’edificio verso l’esterno e/o vani non riscaldati e/o il terreno;
  • i valori delle trasmittanze termiche dei vecchi elementi strutturali (strutture opache e/o trasparenti);
  • i valori delle trasmittanze termiche dei nuovi elementi strutturali (strutture opache e/o trasparenti);
  • la verifica che i valori delle trasmittanze dei nuovi elementi strutturali rispettino i pertinenti limiti riportati nella tabella 2 del dm  26 gennaio 2010;
  • i valori di gtot delle schermature solari nel caso che esse siano state installate;
  • per gli interventi di tipo b), con riferimento alle tabelle 3 e 4 del “decreto linee guida”, la dichiarazione che l’involucro dell’intero edificio, sia per la prestazione energetica invernale che per la prestazione energetica estiva, abbia qualità bassa prima della realizzazione degli interventi, e che sia stata conseguita dopo la realizzazione degli interventi almeno la qualità media per entrambe le suddette prestazioni;
  • per gli interventi di tipo c) e d) ’asseverazione di cui all’Allegato B al DM 28.02.17 n.58 che attesti la classe di rischio di appartenenza prima dell’intervento e la classe di rischio conseguente alla realizzazione dell’intervento e che essa risulti:
    • inferiore di 1 classe rispetto alla precedente per gli interventi di tipo c);
    • inferiore di 2 o più classi rispetto alla precedente per interventi di tipo d).

Vademecum ENEA

Di seguito il link a tutti i Vademecum dell’ENEA:

 

Clicca qui per scaricare TerMus, il software per la certificazione energetica degli edifici

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *