Ecobonus 65% nel 2015, quali sono le novità in materia di efficienza energetica per privati, imprese e Pubblica Amministrazione? La Guida Enea 2015

La pubblicazione informa i consumatori su cosa cambia nel 2015 sul fronte delle detrazioni fiscali per i lavori di riqualificazione energetica (ecobonus 65%) e sulle scadenze e gli obblighi in tema di razionalizzazione energetica.

L’Enea ha pubblicato la “Guida all’efficienza per il 2015”, contenente le principali novità introdotte dalla Legge di Stabilità e dal D.Lgs. 102/2014 in tema di efficienza energetica.

La pubblicazione informa i consumatori su cosa cambia nel 2015 sul fronte delle detrazioni fiscali per i lavori di riqualificazione energetica (ecobonus 65%) e sulle scadenze e gli obblighi in tema di razionalizzazione energetica.

Ecco le principali novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015:

  • estensione dell’ecobonus 65% per le spese sostenute nel 2015 per l’acquisto e posa in opera delle schermature solari, tende esterne, chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate. L’importo massimo detraibile è di 60.000 euro
  • estensione dell’ecobonus 65% per le spese sostenute nel 2015 per l’acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. L’importo massimo detraibile è di 30.000 euro
  • proroga a tutto il 2015 delle detrazioni del 50% per le ristrutturazioni e del 65% per gli interventi di efficienza energetica
  • proroga a tutto il 2015 delle detrazioni del 65% per le spese destinate agli interventi antisismici e di messa in sicurezza statica

Queste, invece, le novità introdotte dal Decreto 102/2014 sull’efficienza energetica:

  • attuazione di un programma di intervento per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della PA centrale, a partire dal 2014 e fino al 2020
  • obbligo per le grandi imprese di effettuare diagnosi energetica entro il 5 dicembre 2015, con periodicità di 4 anni
  • adeguamento ai contatori intelligenti per favorire una più efficace misura dei consumi di elettricità, gas, teleriscaldamento, teleraffrescamento e acqua calda
  • istituzione di un fondo destinato a sostenere il finanziamento di interventi di efficientamento realizzati anche mediante le ESCO
  • predisposizione da parte di Enea di un programma triennale di informazione e formazione sull’efficienza energetica rivolto a PMI, dipendenti pubblici, famiglie, studenti e istituti bancari, da sottoporre al MiSE

In allegato il quadro sinottico predisposto da Enea relativo al D.Lgs. 102/2014 contenente gli obblighi, i soggetti obbligati, i destinatari finali e le relative scadenze.

Clicca qui per scaricare la Guida all’efficienza per il 2015

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *