Ecco i finanziamenti per l’adeguamento antisismico degli edifici scolastici

In Gazzetta il decreto con i finanziamenti per interventi di adeguamento antisismico degli edifici scolastici previsti dal fondo ex protezione civile per il quadriennio 2018-2021

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 187 del 10 agosto il decreto del MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) che prevede lo stanziamento del “finanziamento per interventi di adeguamento alla normativa antisismica degli edifici scolastici, a valere sulle risorse di cui al Fondo ex protezione civile, annualità 2018-2021″.

Il decreto approva i piani regionali (allegati da A ad M) per un valore complessivo pari a 58.111.670 euro.

Termini, monitoraggio e controlli

Con l’art. 2 del decreto si prevede che gli Enti locali beneficiari dei finanziamenti sono tenuti ad effettuare la proposta di aggiudicazione degli interventi entro e non oltre 12 mesi dalla pubblicazione del presente decreto in Gazzetta (quindi entro agosto 2020).

E’ previsto, inoltre, che la durata dei lavori non deve eccedere i 2 anni dall’avvenuta aggiudicazione definitiva dell’intervento.

Gli Enti beneficiari dei finanziamenti possono chiedere alla direzione generale per gli interventi in materia di edilizia scolastica un’anticipazione fino ad un massimo del 20% dell’importo di finanziamento.

Le restanti erogazioni sono disposte, previa rendicontazione di eventuali somme già ricevute, fino al raggiungimento del 90% della spesa complessiva al netto del ribasso di gara. Il residuo 10% è liquidato a seguito dell’avvenuto collaudo e/o del certificato di regolare esecuzione.

Le Regioni e gli Enti locali beneficiari sono tenuti ad inserire gli interventi e ad aggiornare lo stato di avanzamento degli stessi sulla piattaforma WebGIS “Obiettivo Sicurezza delle scuole” del Dipartimento della protezione civile.

È disposta la revoca del finanziamento qualora l’intervento risulti integralmente assegnatario di altro finanziamento nazionale o comunitario per le stesse finalità previste dal decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 11 febbraio 2019, n. 93, o i cui lavori siano stati avviati prima dell’avvenuta adozione del presente decreto.

Riparto dei finanziamenti

I fondi sono così suddivisi:

  • Basilicata – 1.526.172,09
  • Calabria – 4.313.000,00
  • Campania – 8.072.614,99
  • Friuli Venezia Giulia – 1.982.205,51
  • Lazio – 6.062.789,84
  • Liguria – 1.781.639,96
  • Lombardia – 10.497.451,06
  • Piemonte – 5.001.418,96
  • Puglia – 5.318.721,01
  • Sicilia – 7.369.256,83
  • Veneto – 6.186.400,38

 

Clicca qui per scaricare il decreto e gli allegati

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *