Ecco come si diventa un professionista del restauro, la qualifica attesa da oltre 10 anni

Dopo ben 10 anni arriva il riconoscimento della qualifica di tecnico del restauro, come previsto dal Codice del Paesaggio e dei Beni Culturali (D.Lgs. 42/2004).

Dopo ben 10 anni arriva il riconoscimento della qualifica di tecnico del restauro, come previsto dal Codice del Paesaggio e dei Beni Culturali (D.Lgs. 42/2004).

E’ stato pubblicato, infatti, sul sito del Ministero dei beni culturali il bando pubblico per la qualifica di collaboratore restauratore di beni culturali.

Possono accedere al bando:

  • i laureati in Conservazione e restauro del patrimonio storico-artistico, Conservazione e restauro di beni culturali, Conservazione dei beni culturali, Beni culturali e Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali
  • i diplomati in Restauro presso accademie di belle arti o presso una scuola di restauro statale o regionale
  • i dipendenti di amministrazioni pubbliche preposte alla tutela di beni culturali inquadrati come assistente tecnico restauratore
  • i professionisti che abbiano svolto attività di restauro per non meno di quattro anni con regolare esecuzione certificata

La domanda di partecipazione deve essere compilata e inviata esclusivamente per via telematica, pena esclusione, entro le ore 12.00 del 24 ottobre, utilizzando la specifica applicazione informatica che sarà resa disponibile tramite apposita comunicazione sul sito MiBACT.

Per eventuali chiarimenti e/o supporto per la compilazione e trasmissione del modulo, è a disposizione dei richiedenti la seguente casella di posta elettronica: collaboratorirestauratori@beniculturali.it

Clicca qui per scaricare il bando per restauratori 2014

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *