DURC, servizi d’ingegneria, criteri di affidamento, costi sicurezza: i chiarimenti del Ministero sul Regolamento del Codice Appalti

Nella Circolare 30 ottobre 2012, n. 4536 i “primi chiarimenti in ordine all’applicazione delle disposizioni di cui al D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 in particolare alla luce delle recenti modifiche e integrazioni intervenute in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture”.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato la Circolare 30 ottobre 2012, n. 4536 contenente “primi chiarimenti in ordine all’applicazione delle disposizioni di cui al D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 in particolare alla luce delle recenti modifiche e integrazioni intervenute in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture”.

Questi chiarimenti, originati anche da diverse segnalazioni su questioni ermeneutiche trasmesse da operatori del settore, mirano a una applicazione corretta e uniforme della normativa sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, alla luce delle recenti modifiche e integrazioni intervenute.
La Circolare tratta i seguenti temi:

  • affidamento in economia
  • criteri di selezione dell’offerta
  • forcella nelle procedure ristrette
  • avvalimento e subappalto
  • documenti da allegare al contratto
  • acquisizione del DURC
  • verifiche triennali
  • costi della sicurezza e utili d’impresa

La circolare specifica che, relativamente ai lavori in economia, vengono innalzati i limiti di importo per l’affidamento dei servizi di architettura ed ingegneria da 20.000 euro a 40.000 euro.

Per quanto riguarda i criteri di selezione per l’affidamento dei servizi d’ingegneria e architettura, per importi superiori a 100.000 euro occorre adottare l’offerta economicamente più vantaggiosa, per importi inferiori a 100.000 euro è possibile operare una scelta tra il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e il criterio del prezzo più basso.

Clicca qui per scaricare la Circolare 4536 con i chiarimenti sul D.P.R. 207/2010

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *