DURC e Stato di Avanzamento dei Lavori: la regolarità contributiva potrà essere verificata per il singolo cantiere

Con l’interpello n. 15/2009 il Ministero del Lavoro ha analizzato la problematica legata all´impossibilità, da parte delle imprese appaltatrici, di ottenere il pagamento degli stati di avanzamento lavori (SAL) a causa dell´irregolarità contributiva, propria o delle imprese subappaltatrici, relativa a cantieri o opere diversi da quelli per il quale si chiede il pagamento.

Con l’interpello n. 15/2009 il Ministero del Lavoro ha analizzato la problematica legata all´impossibilità, da parte delle imprese appaltatrici, di ottenere il pagamento degli stati di avanzamento lavori (SAL) a causa dell´irregolarità contributiva, propria o delle imprese subappaltatrici, relativa a cantieri o opere diversi da quelli per il quale si chiede il pagamento.

Un’impresa in regola nell’ambito del lavoro per il quale è stato richiesto il DURC ai fini del pagamento del SAL, infatti, può essere dichiarata irregolare a causa delle situazioni riscontrate in altri cantieri.
In caso di subappalto, inoltre, può verificarsi che all’impresa appaltatrice sia sospeso il pagamento del SAL in presenza di un DURC irregolare del subappaltatore per irregolarità attinenti ad altri cantieri o opere, “rispetto alle quali non può scattare alcun obbligo di responsabilità solidale dell’impresa appaltatrice al pagamento dei contributi dovuti, in quanto afferenti lavoratori diversi da quelli impiegati nell’opera interessata”.
Il Ministero, pur riconoscendo che il DURC ha il fine di valutare la regolarità complessiva delle imprese per consentire solo a quelle regolari di avere rapporti con la pubblica amministrazione, ritiene che l’impresa interessata ad ottenere il rilascio del DURC per il pagamento di un SAL possa essere dichiarata comunque regolare:

  • se in regola con riferimento al personale utilizzato nello specifico cantiere
  • qualora non possa agire per regolarizzare la posizione delle imprese subappaltatrici con le quali sussiste una responsabilità solidale.

In tali casi il Ministero ritiene possibile attivare una specifica procedura di accertamento da parte del personale ispettivo INPS finalizzata al rilascio di una certificazione di regolarità contributiva, evidentemente riferita al singolo cantiere, con il quale l’impresa in questione potrà ottenere il pagamento degli stati di avanzamento lavori.

Clicca qui per scaricare il testo dell’interpello n. 15/2009

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *