Norme e leggi - BibLus-net

Testo unico sulla sicurezza (D.Lgs. 81/2008) – aggiornato a settembre 2015

13.09 MB
Scarica ora pdf
13.09 MB
Scarica ora pdf

Testo unico sulla sicurezza (D.Lgs. 81/2008) - aggiornato a settembre 2015

Autore: Ministero del Lavoro

28 commenti
  1. Luca
    Luca dice:

    Grazie 1000! Comunque è incredibile che siate sempre voi i primi a mettere a disposizione il testo unico in formato digitale…..

    Rispondi
  2. Claudio
    Claudio dice:

    servizio graditissimo e ritengo molto utile alla comunita’ (tutta) che e’ in qualche modo e’ coinvolta nel D.Lgs_81_08

    Rispondi
  3. Mario S
    Mario S dice:

    La v/s Newsletter è sempre attesa per conoscere le novità, gli aggiornamenti ed avere utili sussidi per il lavoro

    Rispondi
  4. DONATO
    DONATO dice:

    volevo chiedere una cosa che non mi è chiara. l’articolo 90 comma 9 lettera c recita: Il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad un’unica impresa o ad un lavoratore autonomo:trasmette all’amministrazione concedente, prima dell’inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o della denuncia di inizio attività, copia della notifica preliminare di cui all’articolo 99, il documento unico di regolarità contributiva delle imprese e dei lavoratori autonomi, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 16-bis,
    comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e una dichiarazione attestante l’avvenuta verifica della ulteriore documentazione di cui alle lettere a) e b).
    Il punto è questo ma la notifica preliminare non va fatta solamente quando si superano i 200 UG e ci sono più di una impresa in cantiere, COME ANCHE LA NOMINA DEL COORDINATORE? QUESTA è UNA CONTRADDIZIONE…

    Rispondi
    • Nicola Furcolo
      Nicola Furcolo dice:

      Ciao Donato.

      L’art. 90 del testo unico, al comma 3, prevede: Nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente, o il responsabile dei lavori designa il coordinatore per la progettazione.

      Il comma 9 dell’art. 90 prevede: il committente o il responsabile dei lavori, anche nel caso di affidamento dei lavori ad un’unica impresa o ad un lavoratore autonomo:
      a) verifica l’idoneità tecnico-professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori
      autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare, (eventualmente basta il certificato di iscrizione alla CCIA e del DURC corredato da autocertificazione: inferiore a 200 u.g. e senza rischi particolari)
      b) chiede alle imprese esecutrici una dichiarazione dell’organico medio annuo, distinto per qualifica, corredata
      dagli estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all’INPS, all’INAIL e alle casse edili, nonché una dichiarazione
      relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative,
      applicato ai lavoratori dipendenti (eventualmente basta la presentazione del DURC: inferiore a 200 u.g. e senza rischi particolari);
      c) trasmette all’amministrazione concedente, prima dell’inizio dei lavori oggetto del permesso di costruire o
      della denuncia di inizio attività:
      – copia della notifica preliminare di cui all’articolo 99
      – il DURC
      – una dichiarazione attestante l’avvenuta verifica della ulteriore documentazione di cui alle lettere a) e b).

      L’art. 99 comma 1 prevede: Il committente o il responsabile dei lavori, prima dell’inizio dei lavori, trasmette all’ASL e alla Direzione Provinciale del Lavoro la notifica preliminare elaborata conformemente, nonché gli eventuali aggiornamenti nei seguenti casi:
      a) cantieri di cui all’articolo 90, comma 3 (più imprese esecutrici)
      b) cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di notifica, ricadono nelle categorie di cui alla lettera a) per
      effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera;
      c) cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a 200 u.g.

      Alla luce di ciò, direi che anche se è presente una sola impresa, ma l’entità presunta è maggiore di 200 u.g. è necessaria la notifica, così come lo è per qualsiasi cantiere in cui è prevista la presenza di più imprese.

      Rispondi
  5. vanessa
    vanessa dice:

    Volevo chiedere una precisazione: è vero che il decreto attuativo del jobact del setttembre 2015 ha eliminato l’obbligo di munire i lavoratori di cantiere del tesserino di riconoscimento?
    Grazie

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Nelle attività lavorative tale valutazione del rischio fulminazione è appositamente richiesta dal testo unico sulla sicurezza (dlgs 81/2008). […]

  2. […] Nelle attività lavorative tale valutazione del rischio fulminazione è appositamente richiesta dal testo unico sulla sicurezza (dlgs 81/2008). […]

  3. […] condanna al solo committente che svolgeva un ruolo attivo nel cantiere: in base all’art. 89 del dlgs 81/2008, nei cantieri “sotto soglia” il committente ha la possibilità di designare un responsabile […]

  4. […] al solo committente che svolgeva un ruolo attivo nel cantiere: in base all’art. 89 del dlgs 81/2008, nei cantieri “sotto soglia” il committente ha la possibilità di designare un […]

  5. […] d.lgs. 81/2008 (testo unico sulla sicurezza) definisce le condizioni minime di sicurezza e salute da tenere per i lavoratori esposti […]

  6. […] d.lgs. 81/2008 (testo unico sulla sicurezza) definisce le condizioni minime di sicurezza e salute da tenere per i lavoratori esposti […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi a Valutazione rischio rumore, la nuova guida Inail Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *