Norme e leggi - BibLus-net

Regolamento edilizio unico 2016

1.01 MB
Scarica ora pdf
1.01 MB
Scarica ora pdf

CONFERENZA UNIFICATA

INTESA 20 ottobre 2016

Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e i Comuni concernente l'adozione del regolamento edilizio-tipo di cui all'articolo 4, comma 1-sexies del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380

9 commenti
  1. Gianfranco COBETTO
    Gianfranco COBETTO dice:

    Siamo allo stato confusionale puro. Caos normativo e applicabilità dubbia. Si è creato nuovo lavoro inutile. Modificare i regolamenti edilizi attuali rendendoli compatibili con questo documento. Opera complicatissima e spesso impossibile che comporta lo stravolgimento nell’applicazione di molti PRG. Utile solo a far lievitare parcelle

    Rispondi
  2. FORTUNATO
    FORTUNATO dice:

    Scusate ma i commenti sono fatti con cognizione di causa o altro? Chi scrive è progettista urbanista, sono 25 anni che aspettiamo un regolamento unico nazionale che ci metta in condizioni che quello che è scritto nel Regolamento Edilizio di Roma è lo stesso di quello di Canicattì e voi dite siamo alla follia. Sig. EMME e Giacomo che mestiere fate prima di scrive offese gratuite. Presentatevi.
    Per me è la cosa migliore vista negli ultimi anni 20. Quello che chiedo è invece che venga proposta una nuova legge Urbanistica che siamo fermi allo Zonning e ed una normativa del periodo 1942-1968 ormai obsoleta.

    Rispondi
  3. Nicola
    Nicola dice:

    concordo con il sig. Fortunato. un regolamento unico a livello nazionale, che contiene tra l’altro definizioni uguali per tutta l’italia è un grande passo avanti nella semplificazione.

    Rispondi
  4. ZioPino
    ZioPino dice:

    Nonostante sia un gran passo in avanti ritengo che sia carente di qualcosa ………..
    Non pensate sia opportuno che il R.E. contenga anche la casistica di tutte i probabili interventi edilizi e di tutti gli allegati da preparare così da mettere fine a cittadini di serie A e di serie B (casistica aperta chiaramente ed aggiornabile di volta in volta solo da parte del Ministero)

    Rispondi
    • Nicola Furcolo
      Nicola Furcolo dice:

      Ciao Leonardo, questo è il testo dell’Intesa del 20 ottobre 2016. Sono le regioni prima e i comuni poi a doversi adeguare a tale “indice”.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *