Norme e leggi di BibLus-net

Interpello AE n. 287/2019 (detrazioni fiscali senza CILA)

Interpello AE n. 287/2019 (detrazioni fiscali senza CILA)

Version
Download0
Stock
File Size327.43 KB
Create Date2 settembre 2019
Download

Interpello AE n. 287/2019 (detrazioni fiscali senza CILA)

 

3 commenti
  1. Arch. baldassare ANGELO
    Arch. baldassare ANGELO dice:

    Le problematiche di natura Edilizia nascono in modo esponenziale, in quanto, a mio parere, non vi è coordinamento tra i due Ministeri, vale a dire ad esempio, che ove il Testo Unico D.P.R. 380/01, qualifica l’intervento di sostituzione infissi in edilizia libera, ossia nell’elenco delle opere di “Manutenzione Ordinaria, dll’altro fronte il Ministro delle Finanze, nella Guida alle detrazioni fiscali ultima di luglio c.a., elenca tale intervento all’interno di opere di “manutenzione Straordinaria”, per le quali si prevede un approccio totalmente diverso come qualificazione di opere edili, ove necessita almeno la CILA se non la SCIA.
    Pertanto i dubbi interpretativi rimangono sempre, in quanto gli uffici tecnici applicano il T.U. ed il M.F. esprime altre valutazioni.

    Rispondi
  2. Pantaleo Roselli
    Pantaleo Roselli dice:

    C’è un aspetto però che risulta poco chiaro.
    Nel chiarimento dell’Agenzia o meglio nella descrizione dei lavori effettuata dall’istante, si fa riferimento a una “realizzazione di servizio igienico”. Questa può essere attuata attraverso due modalità.
    1) modificando un locale spostando le pareti rendendolo servizio igienico
    2) utilizzare un locale esistente installando gli impianti ex novo
    In entrambi i casi trattasi indubbiamente di manutenzione straordinaria, ma allo stesso tempo necessitano di CILA.

    Rispondi
  3. Pantaleo Roselli
    Pantaleo Roselli dice:

    E’ rilevabile un’altra considerazione poco chiara nella lettera dell’Agenzia.
    A pagina 3 si fa riferimento all’art. 3 comma 1 lett. b del DPR. 380/2001, asserendo che la manutenzione straordinaria prevede interventi che non permettono alterazione della situazione planimetrica. Tale affermazione andrebbe chiarita puntualmente, in quanto ciò che non è alterabile è la volumetria ovvero la SLP, mentre la distribuzione planimetrica delle unità immobiliari è modificabile/alterabile, anche attraverso fusioni o frazionamenti.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *