Norme e leggi - BibLus-net

DM 2 marzo 2018 – interventi edilizia libera

303.52 KB
Scarica ora pdf
303.52 KB
Scarica ora pdf

DM 2 marzo 2018 - interventi edilizia libera

12 commenti
    • Francesca Ressa
      Francesca Ressa dice:

      Ciao,
      in riferimento alla tua richiesta di chiarimento ti segnalo, di seguito, le opere e gli elementi che rientrano nella manutenzione ordinaria:

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento (comprese le opere correlate quali guaine, sottofondi, etc.) di:
      pavimentazione esterna
      pavimentazione interna

      Rifacimento, riparazione, tinteggiatura (comprese le opere correlate) di:
      intonaco interno
      intonaco esterno

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento di:
      elemento decorativo delle facciate (es. marcapiani, modanature, corniciature, lesene)

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento di:
      opera di lattoneria (es. grondaie, tubi, pluviali)
      impianto di scarico

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento di:
      rivestimento interno
      rivestimento esterno

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento di:
      serramento e infisso interno
      serramento e infisso esterno

      Installazione, comprese le opere correlate, riparazione, sostituzione, rinnovamento di:
      inferriata
      altri sistemi anti intrusione

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento, inserimento eventuali elementi accessori, rifiniture necessarie (comprese le opere correlate) di:
      elemento di rifinitura delle scale

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento, inserimento eventuali elementi accessori, rifiniture necessarie (comprese le opere correlate)
      scala retrattile e di arredo

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento, messa a norma di:
      parapetto e ringhiera

      Riparazione, rinnovamento, sostituzione nel rispetto delle caratteristiche tipologiche e dei materiali (comprese le opere correlate quali l’inserimento di strati isolanti e coibenti) del:
      manto di copertura

      Riparazione, sostituzione, installazione de:
      controsoffitto non strutturale

      Riparazione, rinnovamento del:
      controsoffitto strutturale

      Riparazione, sostituzione, rinnovamento, realizzazione finalizzata all’integrazione impiantistica e messa a norma di:
      comignolo o terminale a tetto di impianti di estrazione fumi

      Riparazione, rinnovamento o sostituzione di elementi tecnologici o delle cabine e messa a norma di:
      ascensore
      impianti di sollevamento verticale

      Riparazione e/o sostituzione, realizzazione di tratto di canalizzazione e sottoservizi e/o messa a norma di:
      rete fognaria e rete dei sottoservizi

      Riparazione, integrazione, efficientamento, rinnovamento e/o messa a norma di:
      impianto elettrico

      Riparazione, integrazione, efficientamento, rinnovamento, compreso il tratto fino all’allacciamento alla rete pubblica e/o messa a norma di:
      impianto per la distribuzione e l’utilizzazione di gas

      Riparazione, integrazione, efficientamento, rinnovamento, sostituzione e integrazione apparecchi sanitari e impianti di scarico e/o messa a norma di:
      impianto igienico e idro-sanitario

      Installazione, riparazione, integrazione, rinnovamento, efficientamento e/o messa a norma di:
      impianto di illuminazione esterno

      Installazione, adeguamento, integrazione, rinnovamento, efficientamento, riparazione e/o messa a norma di:
      impianto di protezione antincendio

      Installazione, adeguamento, integrazione, efficientamento (comprese le opere correlate di canalizzazione) e/o messa a norma di:
      impianto di climatizzazione

      Riparazione, adeguamento, integrazione, efficientamento (comprese le opere correlate di canalizzazione) e/o messa a norma di:
      impianto di estrazione fumi

      Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento e/o messa a norma di:
      antenna/parabola
      altri sistemi di ricezione e trasmissione

      Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento e/o messa a norma di:
      punto di ricarica per veicoli elettrici

      Ti invio, inoltre, il link ad un articolo di approfondimento di BibLus-net: Edilizia libera, finalmente la lista degli interventi che puoi realizzare senza permessi

      Rispondi
  1. Casolaro Giuseppe
    Casolaro Giuseppe dice:

    Per sostituire la vecchia caldaia con una nuova, senza lavolri edili di alcun tipo, e con l’obiettivo di beneficiare delle detrazioni del 50%, fa parte dell’edilizia libera?.è necessaria qualche tipo di comunicazione tipo CILA?

    Rispondi
  2. Giuseppe Russo
    Giuseppe Russo dice:

    Salve, dopo l’abbattimento e la ricostruzione della mia casa, stiamo parlando del terremoto di L’Aquila, durante la ricostruzione ho comprato un pezzetto di terreno che dalle mura di casa si estende per 5 m, e’ situato nella parte posteriore della casa, in seguito ho fatto fare una variante al progetto sviluppando finestre più grandi e durante i lavori di scavo in seguito si e’ creato un vuoto con il terreno, adesso volendo fare in modo che questo terreno possa tenere vorrei realizzare un muretto di sostegno a secco fino ad altezza terra, devo chiedere permessi vari o fa parte di edilizia libera?

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Giuseppe,
      per la realizzazione di un muro di contenimento/recinzione è necessario un titolo edilizio (l’intervento non rientra nelle attività di edilizia libera). Secondo la consolidata giurisprudenza in materia normalmente è sufficiente una CILA/SCIA, in alcuni casi particolari, ad esempio in caso di opere di notevoli dimensioni che alterano in maniera significativa il territorio, può essere necessario invece il permesso di costruire.

      Al riguardo puoi consultare un nostro articolo in materia.

      Nel tuo caso credo sia sufficiente una SCIA, siccome è una materia di competenza comunale, in ogni caso ti consiglierei di consultare l’Ufficio Tecnico del tuo Comune.

      Rispondi
  3. Ricccardo
    Ricccardo dice:

    Buongiorno, sono in procinto di ristrutturare casa villetta unifamiliare in cui intendo eseguire molti dei lavori descritti da Voi come interventi di edilizia libera, mi sorge solo un dubbio, lo spostamento della cucina da una stanza ad un altra quindi con conseguente nuova predisposizione all’acciamento gas, acqua mandata e scarico.
    inoltre vorrei essere sicuro che eseguire interventi in edilizia libera non inficia le detrazioni bonus ristrutturazione 2020 del 50%
    Grazie del supporto
    Riccardo

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Riccardo,
      il dm del 2 marzo 2018 fornisce un elenco di lavorazioni che rientrano in edilizia libera.
      Fai riferimento al testo unico dell’edilizia.

      Nel tuo caso intervieni in maniera radicale sugli impianti, quindi certamente ricardai in manutenzione straordinaria e sarà necessariauna CILA/SCIA.
      Il mio consiglio è quello di rivolgerti direttamente all’ufficio tecnico del tuo Comune.

      Rispondi
  4. Pasquale
    Pasquale dice:

    Buongiorno,
    per la sostituzione, rimozione e cambio percorso (quindi probabile scavo e rinterro) di tubi di fognatura privata esistente in un cortile privato è necessario un titolo edilizio o rientra nelle opere di manutenzione ordinaria ? Il cliente vorrebbe richiedere la detrazione fiscale. Grazie e buona giornata.

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Pasquale,
      nell’elenco delle attività ricadenti in edilizia libera vi è la manutenzione della rete fognaria e della rete dei sottoservizi.
      In tal caso è prevista “la riparazione e/o sostituzione, realizzazione di tratto di canalizzazione e sottoservizi e/o messa a norma senza alcun titolo edilizio”.

      Se invece di intervenire solo su un tratto, l’intervento consisterà in un rifacimento completo, ricadrà nella manutenzione straordinaria e servirà almeno una SCIA/CILA.

      Nel tuo caso bisognerebbe valutare quanto sia rilevante il “cambio percorso”, se si configurerebbe un rifacimento o invece si tratterebbe di semplice manutenzione. Il mio consiglio è di consultare direttamente l’UTC del Comune in questione.

      Se l’intervento è di manutenzione straordinaria, e quindi è stata necessaria una CILA/SCIA, si potrà accedere al bonus ristrutturazioni. Per maggiori dettagli su tale detrazione ti consiglio di consultare l’apposita guida delle Entrate.

      Rispondi
  5. Claudio Anfossi
    Claudio Anfossi dice:

    Buongiorno, per l’installazione di una casetta di circa 25mq. per ricovero attrezzi è necessario richiedere il permesso o rientra nell’edilizia libera? E’ inerente ad una casa con B&B annesso nel comune di Cuneo.
    Grazie per l’attenzione.

    Claudio

    Rispondi
    • Mario Guerriero
      Mario Guerriero dice:

      Ciao Claudio,
      il dm 2 marzo 2018 stabilisce che a livello nazionale rientrano tra le attività in edilizia libera:
      “Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento di ripostigli per attrezzi, manufatti accessorii di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo”.
      Quindi bisognerebbe valutare prima di tutto come è infisso al suolo il manufatto. Per quanto riguarda la superficie per “limitate dimensioni” generalmente si intende pochi metri quadri (al di sotto dei 10), nel tuo caso 25 metri quadri sono una dimensione di una stanza di un abitazione.

      La giurisprudenza in materia inoltre ha fissato il principio che richiedono di permesso a costruire quei manufatti che soddisfino esigenza permanenti, e che quindi non siano stagionali.

      Se queste sono le regole e gli orientamenti “nazionali”, bisogna in aggiunta valutare le norme locali.
      La materia infatti è di competenza comunale, pertanto bisogna analizzare il PUC/PRG (ossia il piano regolatore del tuo Comune) ed il RUEC (regolamento edilizio). Le norme cambiano molto da zona a zona (per esempio le norme per zone agricole sono spesso diverse da quelle per zone residenziali) e da Comune a Comune.

      In conclusione ti consiglio sicuramente di consultare l’Ufficio Tecnico del tuo Comune, tuttavia in base a quanto tu mi descrivi (e sopratutto per quanto riguarda la superficie) credo che quasi sicuramente servirà un permesso di costruire.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *