Parrucchieri ed estetisti, le regole per la riapertura secondo l’Inail

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Approvato il documento tecnico Inail per la riapertura di parrucchieri ed estetisti nella fase 2

Il periodo di emergenza sanitaria connesso all’emergenza da COVID-19 ha portato alla necessità di adottare importanti azioni contenitive del contagio, tra cui la sospensione temporanea di alcune attività. Con l’avvio della fase 2 dal 18 maggio tali attività possono tuttavia riaprire rispettando alcune specifiche regole anti contagio.

L’Inail ha pertanto realizzato, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss), dei documenti tecnici con  le misure contenitive per la riapertura in sicurezza di parrucchieri ed estetisti, attività di ristorazione e balneazione.

Documento tecnico Inail per parrucchieri ed estetisti

Al fine di garantire la ripresa delle attività di parrucchieri ed estetisti, assicurando la tutela della salute dei lavoratori e dell’utenza, l’Inail ha pubblicato il Documento tecnico su ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive del contagio da SARS-CoV-2 nel settore della cura della persona: servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici.

Le caratteristiche intrinseche di suddette attività lavorative, che prevedono una stretta prossimità con il cliente, rappresentano una criticità nell’ottica di gestione del rischio di contagio; motivo per il quale sono state tra le prime attività ad essere sospese temporaneamente.

Le indicazioni fornite nel documento, approvato dal Comitato tecnico scientifico per l’emergenza, sono di carattere generale per garantire la coerenza delle misure essenziali al contenimento dell’epidemia.

In particolare, è prevista la possibilità di:

  • realizzare aree di attesa all’esterno;
  • consentire deroghe ai giorni di chiusura;
  • estendere gli orari di apertura dei locali;
  • razionalizzare gli spazi tale da permettere il distanziamento;
  • realizzare aree di attesa all’esterno;
  • programmare tutte le attività ed i tempi medi dei trattamenti, predeterminati già al momento della prenotazione;
  • distanziare le postazioni almeno di due metri;
  • lavorare con le porte aperte;
  • utilizzare mascherina di comunità, grembiuli e asciugamani monouso (se riutilizzabili, devono essere lavati ad almeno 60 gradi per 30 minuti).

Nel dettaglio, la pubblicazione si divide in 2 parti:

  • la prima è dedicata ad un’analisi di contesto del settore dei servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici;
  • la seconda contiene le ipotesi di misure di sistema, organizzative, di prevenzione e protezione oltre a semplici regole per il contenimento del contagio.

A seguire, le misure igienico sanitarie ed alcune indicazioni specifiche per trattamenti estetici. Infine, le misure specifiche per lavoratori.

 

Clicca qui per scaricare il documento Inail

 

certus-ldl

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *