Documento di Valutazione dei Rischi: redazione e aggiornamento e miglioramento in otto mosse!

Lo S.P.I.S.A.L. (Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro) USSL 5 ovest vicentino propone 8 punti chiave per la redazione/aggiornamento del DVR.

Il D.V.R. (Documento di Valutazione dei Rischi) è lo strumento attraverso il quale il Datore di Lavoro effettua “la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori” (D.Lgs. 81/2008), al fine di garantire il miglioramento dei livelli di sicurezza nel tempo.
In particolare, il Datore di Lavoro nel DVR definisce l’organizzazione che ha predisposto per garantire la sicurezza dei Lavoratori.

Tuttavia, si osserva che molto spesso il DVR predisposto in adempimento dell’art.17 del D.Lgs. 81/2008 ha un eccessivo contenuto formale e non è uno strumento efficace per gestire le varie problematiche della sicurezza dei Lavoratori. Inoltre, nonostante la redazione del DVR sia un obbligo INDELEGABILE, talvolta il datore di lavoro non ne conosce il contenuto.

Lo S.P.I.S.A.L. (Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro) USSL 5 ovest vicentino propone 8 punti chiave per la redazione/aggiornamento del DVR.

1. Adeguamento ai criteri dell’art 28
Il DVR deve essere redatto dal Datore di Lavoro che deve adottare criteri di semplicità, brevità e comprensibilità, in modo da garantirne la completezza e l’idoneità quale strumento operativo di pianificazione degli interventi aziendali e di prevenzione.

2. Analisi dei rischi e redazione del DVR
Per quanto riguarda cosa valutare, la norma è già molto dettagliata. Si suggerisce di aggiornare l’elenco dei nominativi dei lavoratori con i relativi rischi a cui sono sottoposti con ragionevole periodicità (almeno ogni tre mesi).

3. Definizione dell’Organigramma
Occorre indicare dettagliatamente i nomi di chi è incaricato di eseguire e/o controllare adempimenti relativi alla Gestione della Sicurezza .

4. Impegno del DdL sulla missione della sicurezza aziendale
Il DdL deve scrivere e comunicare a tutti i Lavoratori la sua politica della sicurezza.

5. Istituzione formale nel DVR della struttura incaricata dell’analisi infortuni significativi

6. Scheda macchina/impianto
E’ uno strumento strategico per attivare la gestione della manutenzione in sicurezza.

7. Informazione, formazione e addestramento
Occorre istruire e formare adeguatamente i lavoratori in relazione alla mansione svolta.

8. Il protocollo sanitario
E’ fondamentale prevedere un opportuno protocollo sanitario, partendo dall’elenco dei lavoratori e delle relative mansioni. Se necessari occorre nominare un Medico Competente.

Clicca qui per scaricare il documento sulla redazione/aggiornamento del DVR

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *