testo unico sicurezza aggiornato

Disponibili gli atti del Convegno “La scienza e la tecnica rendono sicuro”, organizzato dall’ ISPESL

si è svolto a Genova il Convegno dal titolo "LA SCIENZA E LA TECNICA RENDONO SICURO IL LAVORO", organizzato da ISPESL e dal CNR ed inserito come evento ospite del FESTIVAL DELLA SCIENZA.

L’incidenza degli infortuni sul lavoro è ad un livello ormai inaccettabile sotto il profilo etico e sociale ed insostenibile dal punto di vista dei costi economici diretti ed indiretti.
Nei settori cosiddetti “maturi” (quali ad esempio cantieristica, siderurgia, logistica, costruzioni, ecc.), la ricerca scientifica e tecnologica ha, da tempo, approfondito la conoscenza dei pericoli e sviluppato soluzioni tecniche per prevenirli e controllarli.
È pertanto importante far sapere come la ricerca abbia già risposto in molti casi all’esigenza di maggiore sicurezza che giustamente esprime la comunità civile e del quale si è fatto interprete il D.Lgs 81/2008 e s.m.i.
Con tale obiettivo si è svolto a Genova il Convegno dal titolo “LA SCIENZA E LA TECNICA RENDONO SICURO IL LAVORO”, organizzato da ISPESL e dal CNR ed inserito come evento ospite del FESTIVAL DELLA SCIENZA.
Durante l’incontro sono state trattate tutte queste tematiche e problematiche; inoltre sono stati mostrati nuovi orientamenti della ricerca scientifica con le possibili applicazioni e le esigenze che emergono dalle esperienze nei vari settori, in modo da stimolare un dialogo costruttivo fra mondo della ricerca, mondo delle aziende e mondo istituzionale.

Queste le relazioni presentate al convegno disponibili per il download:

Affidabilità e valutazione del rischio

  • Ricerca sperimentale per lo sviluppo della normativa di sicurezza
  • La sicurezza degli impianti criogenici – Tecnica e normativa
  • Ricerca modellistica ed applicazione per la valutazione delle conseguenze negli impianti a rischio di incidente rilevante
  • Lo sviluppo di tecnologie emergenti e l’affidabilità impiantistica
  • La sicurezza nel controllo delle emissioni pericolose

Esperienze “SEVESO”

  • S.G.S. negli stabilimenti ad alto rischio di incidente rilevante
  • Il miglioramento dei livelli di sicurezza del lavoro e performance aziendale derivanti dall’applicazione di S.G.S.L.

Modelli di gestione

  • Gestione della documentazione di sicurezza negli impianti industriali
  • Il sistema di gestione OIMS, sue basi teoriche, risultati operativi e sviluppi in corso
  • Metodologie di supporto decisionale per l’ottimizzazione delle attività di controllo
  • Gestione della sicurezza nei gruppi ERG

Esperienze di gestione

  • La valutazione del rischio nel settore portuale: l’esperienza genovese
  • La sicurezza nel settore navale
  • L’applciazione della Seveso in un deposito di prodotti chimici
  • Prevenire anmche la fatalità: l’esperienza in una industria a rischio incidente rilevante
  • Safety on-line: sistema integrato per la gestione della safety in conformità alla OHSAS 18001

Conoscenza della sicurezza

  • Rivivificare la conoscenza e prevenire gli incidenti
  • Le tecnologie del semantic web per la gestione dei documenti in ambito distribuito
  • Il recupero della conoscenza e valorizzazione dell’esperienza operativa (dalla pratica delle ispezioni alle frontiere della ricerca semantica)
  • La rappresentazione digitale delle parti meccaniche nell’attività di certificazione dell’Istituto

Innovazione nella sicurezza

  • Analisi ed elaborazione di contenuti multidimensionali per la sicurezza
  • Il ruolo del CNR nella Piattaforma Tecnologica Nazionale sulla sicurezza SERIT
  • Esperienza Carmagnani

Soluzioni dalla ricerca

  • Dispositivi di protezione collettiva ed individuale: una protezione per il lavoratore e non solo
  • Riconoscimento di volti con tecniche 3D per controlli di sicurezza
  • La ricerca nel campo dell’acustica e le ricadute prevenzionistiche
  • Due soluzioni tecnologiche per la previsione e gestione degli incidenti sul luogo di lavoro: D.P.I. reminder e microchip di primo soccorso
  • Applicazione delle reti neurali per il controllo delle prestazioni ambientali e l’identificazione tempestiva dei malfunzionamenti negli impianti di processo

Clicca qui per scaricare gli atti del convegno (unico file .zip, ~37 MB)

oppure

Scarica i singoli interventi direttamente dal sito ISPESL

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *