Dichiarazione telematica di successione, ok a ingegneri, architetti, geometri e stp

Non ci sono più dubbi sulla dichiarazione telematica di successione: sono abilitati architetti, ingegneri, geometri, anche raggruppati in società

Dal 2019 sarà obbligatorio procedere alla trasmissione telematica della dichiarazione di successione. Secondo le nuove regole, infatti, la dichiarazione di successione con la relativa domanda di voltura catastale, con riferimento alle successioni aperte successivamente al 3 ottobre 2006, deve essere presentata per via telematica. Tuttavia è consentito ancora l’uso del modello cartaceo fino al 31 dicembre 2018. Dal 2019 sarà possibile solo la trasmissione telematica. Al riguardo si rinvia a un focus di BibLus-net che tratta in maniera approfondita la questione.

Il dpr 322/1998, all’art. 3, definisce le figure abilitate alla trasmissione delle dichiarazioni telematiche; tra queste non erano presenti le figure tecniche (ingegneri, architetti, ecc.) che di fatto non potevano procedere a all’invio telematico.

Provvedimento 53616/2018 AE

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 53616 del 9 marzo 2018 abilita di fatti tutte le professioni tecniche, anche riuniti in società, alla presentazione telematica delle dichiarazioni di successione.

In particolare, il provvedimento delle Entrate, riproposto in allegato a questo articolo, recepisce le disposizioni della legge 12 novembre 2011, n. 183 in materia di “costituzione di società per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico”.

Sono quindi inclusi tra i soggetti incaricati della trasmissione telematica di cui all’articolo 3, comma 3, lettera e), del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 le società tra professionisti iscritte negli albi dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, dei Consulenti del Lavoro.

Limitatamente alle attività di trasmissione delle dichiarazioni di successione sono incluse le società iscritte all’albo dei Geometri e Geometri laureati.

Sono quindi abilitati alla trasmissione delle dichiarazione di successione:

  • società tra professionisti iscritte all’albo dei Geometri e Geometri laureati allo svolgimento
    del servizio di registrazione telematica dei contratti di locazione e del versamento delle
    relative imposte.
  • gli iscritti all’ordine degli Ingegneri e gli iscritti all’albo degli Architetti, Pianificatori,
    Paesaggisti e Conservatori con il titolo di “Architetto” o “Architetto iunior”, anche riuniti in
    forma associativa, nonché le agenzie che svolgono, per conto dei propri clienti, attività di
    pratiche amministrative presso amministrazioni ed enti pubblici

Tale scelta è motivata dalla circostanza che i soggetti in questione, oltre a possedere i necessari requisiti tecnici ed organizzativi, svolgono un ruolo significativo nei rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione, in particolare per la presentazione delle dichiarazioni di successione e domanda di volture catastali.

Dichiarazione di successione  cartacea

Come già detto, è ancora possibile procedere per tutto l’anno 2018 alla modalità di presentazione cartacea della dichiarazione di successione.

A partire dal 15 marzo 2018 non è più possibile utilizzare il vecchio modello unico (2017), ma è necessario il nuovo modello messo a disposizione delle Entrate:

 

Clicca qui per scaricare il provvedimento 53616 del 9 marzo 2018

Cicca per conoscere De Cuius, il software per le successioni

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *