Dichiarazione redditi 2016: obbligo di presentazione su Inarcassa on line entro il 31 ottobre 2017!

Dichiarazione redditi e volumi d’affari 2016: il 31 ottobre è il termine ultimo per ingegneri e architetti per la presentazione, esclusivamente in via telematica su Inarcassa on line

Entro il 31 ottobre 2017 si deve presentare ad Inarcassa la dichiarazione del reddito professionale e/o del volume d’affari riferita all’anno 2016. La dichiarazione va presentata esclusivamente in via telematica su Inarcassa on line.

La dichiarazione interessa le seguenti figure:

  • Ingegneri e gli Architetti iscritti agli albi professionali e titolari di partita IVA
  • Società di professionisti
  • Società tra professionisti
  • Società di Ingegneria

La comunicazione deve essere trasmessa anche se le dichiarazioni fiscali non sono state presentate o sono negative.

Sono esonerati dall’invio della comunicazione gli ingegneri ed architetti non iscritti a Inarcassa che:

  • per l’anno 2016 siano privi di partita IVA
  • siano iscritti anche in altri Albi professionali e che, a seguito di espressa previsione legislativa, abbiano esercitato il diritto di opzione per l’iscrizione ad altra Cassa Previdenziale con decorrenza anteriore al 2016

Dopo aver presentato la Dichiarazione telematica 2016, gli iscritti, anche pensionati, possono versare un contributo soggettivo facoltativo in aggiunta a quello obbligatorio, che offre la possibilità di incrementare il montante contributivo e conseguentemente l’ammontare delle prestazioni pensionistiche.

Dichiarazione redditi 2016: le novità

A partire dalla dichiarazione relativa all’anno 2016 il calcolo del contributo integrativo dovuto ad Inarcassa segue le regole fiscali in materia di IVA ad esigibilità differita. Questo comporta un beneficio per il professionista in quanto il contributo integrativo viene versato nell’anno in cui la prestazione sia divenuta esigibile fiscalmente e senza alcuna anticipazione.

Gli associati, iscritti o già pensionati Inarcassa, in regola con gli adempimenti previdenziali possono rateizzare il conguaglio contributivo 2016, in scadenza il 31 dicembre p.v., in 3 pagamenti posticipati marzo, luglio e novembre 2018, ad un tasso di interesse dell’1,5% senza acconto.

L’agevolazione deve essere richiesta contestualmente alla presentazione della dichiarazione annuale del reddito e del volume d’affari professionale 2016 entro il 31 ottobre.

Potranno accedere i soli professionisti e pensionati iscritti che, al 31 ottobre, si trovino in stato di regolarità nelle obbligazioni documentali e contributive e che:

  • non abbiano importi a debito oggetto di ricorso amministrativo o giurisdizionale
  • non abbiano, per lo stesso anno di conguaglio, esercitato la deroga al versamento del minimo soggettivo
  • non siano pensionandi, ovvero non abbiano maturato i requisiti e presentato domanda di pensione ancora in corso

La rateizzazione viene accordata per un importo minimo di euro 1.000.

 

Clicca qui per scaricare il Fac-simile Dichiarazione 2016 per gli iscritti ad Inarcassa

Clicca qui per conoscere Compensus-LP FREE il software gratuito per calcolare i corrispettivi delle prestazioni di progettazione

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *