Dichiarazione dei redditi 2019, ecco la guida completa con le istruzioni per la compilazione

Dalle Entrate tutte le istruzioni su detrazioni e deduzioni, novità introdotte per l’anno d’imposta 2018, documentazione da conservare

Con la circolare del 31 maggio 2019, n. 13/E, l’Agenzia delle Entrate ha fornito tutte le istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi 2019; un documento utile sia per chi presenta la dichiarazione dei redditi con il modello 730/2019 (sia precompilato che ordinario tramite CAF o intermediari), sia per chi presenta il modello Redditi (soprattutto titolari di partita IVA).

Si tratta di un vero e proprio vademecum per la compilazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta 2018; fornisce il dettaglio su spese che danno diritto a:

  • detrazioni fiscali
  • deduzioni
  • crediti d’imposta

nonché:

  • altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione
  • indicazioni per l’apposizione del visto di conformità
  • le novità introdotte per l’anno d’imposta 2018
  • documenti da conservare.

La circolare richiama i documenti di prassi da ritenersi ancora attuali e fornisce nuovi chiarimenti non solo alla luce delle modifiche normative intervenute, ma anche delle risposte ai quesiti posti dai contribuenti in sede di interpello. Vengono, infatti, trattati alcuni casi particolari circa il bonus ristrutturazioni, quali:

  • bonus ristrutturazioni al promissario acquirente che non compra più
  • quando rientra nelle detrazioni anche il box auto
  • la comunicazione all’ENEA per le ristrutturazioni che comportano risparmio energetico.

Tra i vari argomenti trattati, l’Agenzia ha fornito, anche, utili chiarimenti circa l’ecobonus.

In pratica, ha spiegato quali requisiti deve rispettare un intervento di riqualificazione energetica globale, cosa si intende per involucro edilizio e in quali casi sono agevolabili anche le porte o i pavimenti e cosa indicare nella dichiarazione dei redditi e che detrazione spetta ai sistemi domotici.

Novità

Tra le importanti novità che riguardano la dichiarazione dei redditi 2019

  • la nuova detrazione per gli abbonamenti ai mezzi pubblici: a partire dalle spese sostenute nel 2018 sarà possibile beneficiare di un rimborso Irpef pari ad un massimo di 50 euro (19% di 250 euro)
  • il bonus verde per i lavori in casa: la detrazione del 36% sui lavori effettuati su giardini e terrazzi, riconosciuta fino al limite di 5.000 euro di spesa per unità immobiliare
  • la detrazione per l’acquisto di strumenti didattici per studenti con DSA.

Oltre alle nuove spese detraibili, cambia anche la disciplina sanzionatoria per i CAF ed intermediari, prevista nel caso di visto di conformità infedele sul 730: sarà necessario versare solamente un importo pari al 30% della maggiore imposta riscontrata al contribuente.

Documenti da conservare

Nella circolare in esame c’è anche l’individuazione dei documenti da conservare dopo aver presentato la dichiarazione dei redditi e che eventualmente potranno essere richiesti in caso di controllo documentale, anche per quel che riguarda la documentazione relativa alla prova del pagamento.

La guida dell’Agenzia delle Entrate specifica tuttavia che l’Agenzia delle Entrate potrà effettuare controlli anche in merito si requisiti soggettivi richiesti per fruire delle diverse agevolazioni fiscali, nonché sulle dichiarazioni sostitutive presentate dal contribuente per alcune tipologie di detrazioni (come le spese sanitarie per patologie esenti, oppure i bonus rivolti ai contribuenti con legge 104).

E’ bene consultare la circolare omnibus dell’Agenzia delle Entrate anche al fine di individuare:

  • i documenti necessari per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2019
  • gli eventuali errori di compilazione della propria dichiarazione dei redditi

Si ricorda, infine, che fino al 20 giugno 2019 sarà possibile annullare il 730 già inviato (mediante la modalità precompilata) e procedere, quindi, con un nuovo invio autonomo della dichiarazione dei redditi.

 

Clicca qui per scaricare la circolare 31 maggio 2019, n. 13/E

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *