Diagnosi energetica: il nuovo manuale ENEA

L’ENEA ha elaborato un manuale per una corretta redazione della diagnosi energetica degli edifici pubblici a partire dalle esperienze già realizzate

La redazione del “Manuale per la diagnosi energetica (DE) degli edifici pubblici” si inserisce nell’ambito del Progetto dell’ENEA ES-PA “Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione”.

La diagnosi energetica (DE)

La trasformazione di un edificio-impianto esistente in una nuova realtà ad alte prestazioni energetiche, attraverso l’adozione di tecnologie per il miglioramento dell’efficienza energetica, non può prescindere da un’accurata analisi dello status quo del sistema edificio-impianto al fine di individuare gli interventi più opportuni, sull’involucro edilizio e sugli impianti tecnici, anche attraverso il ricorso a fonti energetiche rinnovabili.

La DE si configura come una procedura sistematica che dalla conoscenza del consumo energetico dell’edificio perviene all’individuazione degli interventi di miglioramento della prestazione energetica accompagnati da un’analisi costi-benefici che consente una classificazione degli stessi, in ordine di priorità decrescente.

In generale, quando si decide di procedere alla riqualificazione energetica di un edificio per renderlo altamente performante, si devono prendere in considerazione i seguenti elementi chiave:

  • involucro ad alte prestazioni energetiche
  • finestre e daylightin
  • impianti di climatizzazione e ventilazione
  • illuminazione e sistemi elettrici
  • sistemi alimentati ad energia rinnovabile
  • sistemi di Supervisione e controllo

Il presupposto generale alla realizzazione di interventi che generano risparmi energetici deve essere, in ogni caso, il rispetto delle prescrizioni e dei requisiti minimi previsti dal dm 26 giugno 2015.

Il manuale ENEA con le linee guida

Le linee guida del manuale rappresentano uno strumento chiaro che, step by step, conduce il Referente della DE nello svolgimento della stessa descrivendo in maniera dettagliata le varie fasi della procedura.

Il documento costituisce una linea guida per l’esecuzione delle diagnosi energetiche degli edifici (ad uso residenziale, terziario o altri assimilabili).

Esso fornisce indicazioni e modalità operative per:

  • la raccolta e l’analisi delle spese energetiche
  • la raccolta e l’analisi delle documentazioni tecniche disponibili e la definizione dei controlli e delle verifiche edili ed impiantistiche
  • la definizione dei fattori di aggiustamento dei consumi fatturati
  • l’analisi dei servizi energetici
  • la costruzione dell’inventario energetico
  • il calcolo degli indicatori di prestazione energetica
  • l’individuazione di azioni di miglioramento dell’efficienza energetica
  • l’analisi costi-benefici
  • la valutazione della priorità degli interventi

Sono presi in considerazione i servizi energetici dell’edificio che sono atti a garantire il benessere degli occupanti e la fruizione dello stesso da parte degli utilizzatori; sono considerati, quindi, i servizi di:

  • climatizzazione invernale
  • climatizzazione estiva
  • produzione di acqua calda sanitaria
  • ventilazione
  • illuminazione
  • trasporto interno

In particolare, la fase di analisi risulta esplicitata in numerosi passaggi, ossia:

  • costruzione dell’inventario energetico
  • calcolo degli indicatori di prestazione energetica
  • individuazione degli interventi di miglioramento della prestazione energetica
  • implementazione delle simulazioni del comportamento del sistema edificio-impianto
  • analisi costi-benefici degli interventi

Si sottolinea che le linee guida rappresentano la chiave di volta per facilitare la conduzione delle DE, garantire l’omogeneità di esecuzione delle stesse al fine di organizzare i risultati ottenuti in banche dati utili per eventuali confronti tra i fabbisogni energetici degli edifici esistenti e quelli di riferimento per la stessa destinazione d’uso.

Analisi dei consumi

L’appendice A del manuale contiene esempi pratici di analisi dei consumi reali e ripartizione secondo i servizi energetici presenti, essa si sviluppa nei seguenti capitoli/fasi:

  1. situazione servizi ante operam
  2. analisi delle bollette
  3. ripartizione dei consumi di gasolio
  4. ripartizione dei consumi
  5. stima del consumo elettrico delle elettropompe
  6. stima del consumo elettrico degli ausiliari delle caldaie
  7. stima del consumo elettrico delle pompe di calore
  8. stima del consumo elettrico dei bollitori elettrici per produzione
  9. stima del consumo elettrico per illuminazione
  10. riepilogo dei consumi elettrici

 

Clicca qui per conoscere TerMus-DIM, il software per la diagnosi energetica ed interventi migliorativi

Clicca qui per scaricare il manuale ENEA

 

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *