Detrazioni fiscali per l’isolamento della copertura a falde nei condomini

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa / Salva PDF

Isolamento della copertura a falde con isolante sottotegola o a pavimento: ecco le condizioni per fruire delle detrazioni fiscali nei condomini

Nella guida Enea sulla riqualificazione energetica nei condomini vengono analizzati una serie di interventi da realizzare in condominio, grazie ai quali è possibile migliorare l’isolamento della copertura a falde.

Nel documento vengono, quindi, descritti gli interventi di miglioramento della prestazione energetica degli edifici e le relative detrazioni fiscali a cui tali interventi accedono.

Gli interventi previsti dalla guida Enea

Gli interventi presi in considerazione sono:

  • isolamento della copertura a falde con isolante sottotegola;
  • isolamento della copertura a falde con posa di isolante a pavimento;
  • isolamento all’esterno con sistema a cappotto;
  • isolamento dall’esterno con facciata ventilata;
  • sistema di schermatura solare con piante;
  • sostituzione del generatore di calore;
  • isolamento delle reti di distribuzione di riscaldamento e ACS;
  • sostituzione dei sistemi di ricircolo e delle pompe di distribuzione;
  • sistema di termoregolazione e contabilizzazione del calore.

Per ogni tipologia di intervento indicato, sono fornite le indicazioni circa le detrazioni fiscali e le informazioni tecniche.

Di seguito analizziamo le prime due tipologie di intervento.

Isolamento della copertura a falde con isolante sottotegola

Il primo esempio di intervento prevede l’isolamento all’estradosso della copertura a falde mediante l’inserimento di un isolante posto sotto le tegole; intervento che viene realizzato contestualmente al rifacimento della copertura.

Quando farlo

E’ preferibile eseguire questa tipologia di isolamento, precisa l’Enea, ogni qual vota si realizza una manutenzione straordinaria della  copertura; l’intervento è particolarmente indicato nei casi di sottotetti riscaldati e abitati, ma anche per sottotetti non riscaldati.

Descrizione

L’intervento di isolamento avviene tramite l’applicazione di uno strato di materiale isolante sotto le tegole, anche senza ausilio di listelli in legno.

Fattibilità dell’intervento

Prima di procedere alla realizzazione dell’intervento in edifici esistenti, è necessario verificare che il piano di posa sia adeguatamente impermeabilizzato e il sovraccarico sia compatibile con la struttura.  In questo caso non può fruire dei vantaggi fiscali dell’ecobonus.

Scelta dei materiali

I benefici ambientali dipendono dalla scelta dei materiali utilizzati. Per la scelta del materiale isolante più indicato, è necessario rivolgersi ad un tecnico a cui compete la redazione di un progetto.

Valutazione dei costi di posa

L’isolamento termico di una copertura a falda richiede la predisposizione di strutture di cantiere relativamente costose, ossia i ponteggi, e la rimozione del manto di copertura. Risulta quindi conveniente eseguire dall’interno, laddove possibile, la manutenzione della copertura già programmata.

Benefici

L’isolamento della copertura permette di  generare i seguenti vantaggi:

  • ridurre le dispersioni termiche (si possono ridurre le dispersioni attraverso la copertura fino all’80% in relazione al tipo di isolamento realizzato);
  • migliorare il comfort termico e acustico del solaio.

L’intervento garantisce anche un’elevata protezione alle variazioni termiche repentine a cui la copertura è sottoposta, grazie alle proprietà di coibentazione dei pannelli isolanti.

Detrazioni fiscali

L’intervento accede al:

  • bonus casa (50%), per sottotetti non abitati;
  • ecobonus (dal 65% al 75%), per sottotetti abitati.

Non accede, invece, al bonus facciate.

Isolamento della copertura a falde con posa di isolante a pavimento

Nella guida l’Enea passa, poi, ad analizzare il caso di isolamento della copertura a falde con posa di isolante a pavimento.

Cosa prevede

L’intervento prevede l’isolamento dell’ultimo solaio mediante la posa in opera di un isolante a pavimento: uno strato di materiale isolante nel lato esterno del solaio viene appoggiato e incollato direttamente sul solaio in modo da garantire uno spessore uniforme dell’isolamento.

Quando farlo

L’intervento può essere effettuato in qualsiasi momento senza causare particolari disagi al condominio.

L’intervento è indicato in presenza di sottotetto non riscaldato sopra ad un locale riscaldato e consiste nell’applicare uno strato di materiale isolante nel lato esterno del solaio.

Descrizione

L’intervento viene realizzato in breve tempo, con limitato disagio per gli inquilini.

Fattibilità dell’intervento

La valutazione della fattibilità dell’intervento richiede di rispettare i vincoli relativi all’altezza minima e media delle diverse aree del locale sottotetto, al fine di garantire idonee condizioni di igiene e di salubrità all’interno dei locali.

Scelta dei materiali

Il materiale isolante scelto può essere calpestabile o meno, a seconda delle esigenze di utilizzo.

Negli ambienti praticabili l’solante deve:

  • essere calpestabile;
  • avere un’elevata resistenza meccanica;
  • avere un’elevata rigidità al fine di inserire una finitura o una pavimentazione superficiale.

E’ necessario rivolgersi ad un progettista abilitato per la scelta dei materiali e le verifiche di legge.

Benefici

L’isolamento a intradosso del solaio è un intervento di riqualificazione che consente di:

  • ridurre le dispersioni (fino al 70% in relazione al tipo di isolante utilizzato);
  • migliorare il comfort termico e acustico degli utenti.

Detrazioni fiscali

Le detrazioni fiscali spettanti per questa tipologia di isolamento sono:

  • bonus casa (50%), per sottotetti non abitati;
  • ecobonus (in misura variabile), per sottotetti non abitati confinanti con locali riscaldati.

Non accede al bonus facciate.

 

certus-cp

Clicca qui per scaricare la guida

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *