Detrazioni 55%: nuove procedure per accedere alle agevolazioni con il D.L. “ANTICRISI”

E’ stato pubblicato sulla G. U. il D. L. n. 185/2008, detto "decreto misure anticrisi" che, all’art. 29, contiene misure che riguardano le detrazioni per il risparmio energetico (55%).

Sulla Gazzetta Ufficiale del 29.11.2008 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 185/2008.

Tale provvedimento, detto “decreto misure anticrisi”, all’art. 29, contiene misure che riguardano le detrazioni per il risparmio energetico (55%).

In sintesi, con le nuove disposizioni, il Governo ha stabilito che:

  • l’accesso alle detrazioni introdotte dalla Legge Finanziaria 2007 (commi 344-347) non è più automatico: per accedere alle detrazioni, sarà necessario presentare un’istanza all’agenzia dell’entrate su un apposito modello;
  • l’agenzia delle entrate esaminerà le domande pervenute secondo l’ordine cronologico e esprimerà pare entro 30 giorni dal ricevimento (vale il silenzio rifiuto)
  • sono stati stabiliti tetti annuali di copertura delle agevolazioni, esauriti il quale non sarà possibile più accedere alle detrazioni
  • è previsto che il modulo che dovrà essere utilizzato per formulare l’istanza all’Agenzie delle Entrate sia approvato entro il 30/12/2008

Attualmente la presentazione delle istanze per accedere alle agevolazioni è prevista anche per gli interventi realizzati nel corso del 2008; le persone fisiche che non riescono ad accedere al 55%, esclusivamente con riferimento alle spese sostenute nel 2008, possono usufruire della detrazione prevista per le ristrutturazioni edilizie (36% in 10 anni, con limite di spesa di € 48.000).

Occorre precisare che in sede di conversione in legge le disposizioni potranno subire delle modifiche; autorevoli esponenti dell’esecutivo hanno già dichiarato che le nuove procedure non riguarderanno gli interventi già realizzati. Non sono da escludere ulteriori modifiche.

Clicca qui per scaricare il testo del D.L. 185/2008

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *