Detrazioni 55%: firmato il Decreto, finalmente possibili le detrazioni per coperture e pavimenti

Il Ministero del Sviluppo Economico ha annunciato l’emanazione di un nuovo decreto per dare completa attuazione alle agevolazioni per la riqualificazione energetica del patrimonio esistente.

Con un comunicato stampa il Ministero dello Sviluppo Economico ha annunciato l’emanazione di un nuovo decreto, necessario per dare completa attuazione alle agevolazioni per la riqualificazione energetica del patrimonio esistente introdotte dalla Finanziaria 2007 e confermate dalla Finanziaria 2008.
Tale provvedimento, che aggiorna ed integra il D.M. 19 febbraio 2007, è ora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Vediamo in sintesi le novità del provvedimento.

Interventi di “coibentazione” di strutture Opache Orizzontali (coperture e pavimenti)
Finalmente è possibile usufruire della detrazione per gli interventi di coibentazione di coperture e pavimenti grazie alla modifica della definizione di interventi sull’involucro edilizio (art. 1 comma 3 decreto – comma 345 L.F. 2007).
Il provvedimento prevede, inoltre, la possibilità di usufruire della detrazione per tali tipologie di interventi realizzati in precedenza (sarà sufficiente inviare Attestato e Scheda riepilogativa prima della presentazione della dichiarazione dei redditi).

Interventi su Impianti di riscaldamento (comma 347)
Sarà possibile usufruire delle detrazione, oltre che per le caldaie a condensazione, anche per:
– Pompe di calore
– Impianti geotermici
a condizione che rispettino i requisiti fissati dal provvedimento.

Adempimenti
Per i nuovi interventi, la documentazione deve essere inviata all’ENEA esclusivamente per via telematica (dal 30/4/2008).
È stata prevista una nuova scheda informativa (che si aggiunge alla precedente) definita dall’allegato F al decreto modificato da utilizzare solo per la sostituzione di infissi in singole unità immobiliari. Ricordiamo che, in quest’ultimo caso (e per l’installazione di pannelli solari per l’acqua calda – comma 346), non è più necessaria la redazione dell’attestato di certificazione/qualificazione energetica.

Calcolo semplificato dell’EPi
Introdotta (allegato G) una nuova metodologia per il calcolo semplificato dell’EPi.
Tale metodologia può essere utilizzata (in alternativa all’allegato I del 192) per:
– gli interventi sull’involucro edilizio (comma 345);
– gli interventi di sostituzione del generatore, se di potenza inferiore a 100kW (comma 347)
realizzati nel periodo di imposta “in corso al 31 dicembre 2008”.

Ripartizione delle spese (art. 9 bis)
Il contribuente sceglie UNA VOLTA il numero di quote annuali in cui ripartire la detrazione (da 3 a 10 quote).
Previsti, per lavori realizzati “a cavallo” di più periodi di imposta la possibilità di usufruire della detrazione: sarà necessario presentare un’attestazione di lavori non ultimati per detrarre le spese sostenute.

Nuovi limiti
Il D.M. 11 marzo 2008 ha fissato nuovi limiti per EPi (comma 344 ) e Trasmittanze (comma 345).
Lo stesso decreto ha inoltre stabilito i requisiti per le caldaie a biomassa utilizzate per sostituire generatori nell’ambito di interventi realizzati ai sensi del comma 344.

La nuova versione di Praticus-ENERGIA, aggiornata alle nuove disposizioni, è in avanzata fase di sviluppo e sarà disponibile a breve.

Documento Dimensione Formato
Decreto in attesa di pubblicazione 169 Kb PDF
D.M. 19 febbraio 2007 – Testo Coordinato con le modifiche in attesa di pubblicazione 229 Kb PDF
 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *