Decreto Milleproroghe 2017, ecco le novità principali

Decreto milleproroghe 2017, le principali novità previste: dal rinnovo dei contratti a termine nella PA alla proroga di 6 mesi per la termoregolazione del calore nei condomini

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30 dicembre 2016 il decreto legge Milleproroghe, contenente tutte le proroghe dei termini previsti da disposizioni legislative.

Ricordiamo che il Milleproroghe è un decreto legge: i suoi contenuti entrano in vigore immediatamente; il Parlamento ha poi 60 giorni di tempo per convertire il decreto in legge.

Le proroghe previste sono 103 e riguardano una serie di settori:

  • proroga di termini in materia di pubbliche amministrazioni
  • disposizioni in materia di editoria e di durata in carica del Consiglio nazionale e dei Consigli regionali dell’Ordine dei giornalisti
  • proroga di termini in materia di lavoro e politiche sociali
  • proroga di termini in materia di istruzione, università e ricerca
  • proroga di termini in materie di competenza del Ministero dell’interno
  • proroga di termini in materia di sviluppo economico e comunicazione
  • proroga di termini in materia di salute
  • proroga di termini in materia di competenza del Ministero della difesa
  • proroga di termini in materia di infrastrutture e trasporti
  • proroga di termini in materia di giustizia
  • proroga di termini in materia di beni e attività culturali
  • proroga di termini in materia di ambiente
  • proroga di termini in materia economica e finanziaria
  • proroga di termini relativi a interventi emergenziali

Tra le altre il decreto proroga di un anno i contratti di circa 40 mila lavoratori precari della Pubblica amministrazione. Sempre di un anno è stata estesa la validità delle graduatorie dei concorsi pubblici.

Confermato il pagamento delle pensioni il 1° del mese.

Slitta inoltre di sei mesi, scadenza dunque il 30 giugno 2017, l’obbligo di installazione delle termovalvole negli appartamenti situati nei condomini riscaldati da impianti centralizzati.

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti.

I Comuni potranno utilizzare le risorse già stanziate per interventi di ristrutturazione degli edifici scolastici e spostare il pagamento dei lavori fino al 31 dicembre 2017.

Una serie di proroghe ha coinvolto i soggetti interessati dal recente terremoto del centro Italia, tra cui :

  • proroga di ulteriori 6 mesi per la sospensione temporanea dei termini di pagamento delle fatture (gas, elettricità, acqua, assicurazioni, telefonia, Rai)
  • prorogato il termine di sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui e di altri finanziamenti
  • per il periodo d’imposta 2017 i sussidi erogati a dipendenti residenti nelle aree terremotate del Centro Italia saranno esenti da tassazione

 

Clicca qui per scaricare il dl 244/2016

 


Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *