Immagine categoria approfondimenti tecnici

Decreto Irpef (Spending review) in Gazzetta: ecco le novità per il settore edile

L’aliquota principale dell’Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) scende dal 3,9% al 3,5% a partire dal 2015.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24 aprile 2014, è stato pubblicato il Decreto Legge 24 aprile 2014, n. 66, recante “Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale”, in vigore dal 24 aprile scorso.
Di seguito sono riportate le novità relative al settore dell’edilizia.

Centrali di committenza
Il D.L. 66/2014 introduce una modifica al comma 3-bis dell’art. 33 del Codice dei Contratti, relativo alle centrali di committenza dei piccoli Comuni.
La nuova formulazione prevede che i Comuni non capoluogo di provincia debbano procedere all’acquisizione di lavori, beni e servizi nell’ambito delle unioni di Comuni esistenti, ovvero costituendo un apposito accordo consortile e avvalendosi dei competenti uffici, oppure ricorrendo ad un soggetto aggregatore o alle Province.
In alternativa, gli stessi Comuni possono effettuare i propri acquisti attraverso gli strumenti elettronici di acquisto gestiti da Consip S.p.A. o da altro soggetto aggregatore di riferimento.

Fattura elettronica
Anticipata l’entrata a regime della fattura elettronica obbligatoria dal 31 marzo 2015 nei confronti di tutte le Pubbliche Amministrazioni, comprese quelle locali, con la finalità di assicurare la tracciabilità dei pagamenti. Le fatture trasmesse obbligatoriamente attraverso il Sistema di interscambio, dovranno riportare anche il Codice Informativo di Gara (CIG) e il Codice Unico di Progetto (CUP).

Pubblicazione telematica dei bandi
L’articolo 26 introduce novità sulla pubblicazione dei bandi di gara finalizzate a ridurre la spesa sostenuta dalle Amministrazioni.
In particolare, la pubblicazione dei bandi avverrà solo telematicamente sui siti della Stazione Appaltante, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e dell’Osservatorio sui contratti pubblici e sulla Gazzetta Ufficiale. Viene, quindi, eliminata la previsione di pubblicazione per estratto degli avvisi e dei bandi su almeno due dei principali quotidiani a diffusione nazionale e su almeno due a maggiore diffusione locale nel luogo ove si eseguono i contratti.

Debiti imprese
Aggiunge ai 47 miliardi di Euro già stanziati dal Governo, altri 13 miliardi di Euro per accelerare il pagamento dei debiti arretrati delle Pubbliche Amministrazioni.
Inoltre, il testo prevede l’istituzione di un meccanismo che agevola, attraverso garanzie statali e l’intervento della Cassa Depositi e Prestiti, la cessione dei crediti delle imprese agli istituti finanziari.

Taglio dell’Irap
L’aliquota principale dell’Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) scende dal 3,9% al 3,5% a partire dal 2015; per quest’anno il taglio sarà più contenuto (pari al 3,75%).

Clicca qui per scaricare il D.L. 66/2014

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *