Sicurezza cantieri

Dalla regione Piemonte le Linee Guida per la prevenzione dei rischi da rumore secondo il Testo Unico

La Regione Piemonte ha ritenuto necessario procedere all’emanazione delle "Raccomandazioni per la prevenzione dei rischi da rumore in applicazione del titolo VIII – capo II del D.Lgs. 9/4/2008 n. 81"

Ogni anno circa il 50% sul totale delle segnalazioni di malattia professionale che pervengono agli SPreSAL del Piemonte è relativa a ipoacusia di sospetta origine lavorativa.
Sulla base di tale dato, e in considerazione dell’articolo 10 del D.Lgs. 81/08 che recita: “Le Regioni svolgono attività di promozione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro”, la Regione Piemonte ha ritenuto necessario procedere all’emanazione delle “Raccomandazioni per la prevenzione dei rischi da rumore in applicazione del titolo VIII – capo II del D.Lgs. 9/4/2008 n. 81“.
Tale documento, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 16 del 23/04/2009, è diviso in due parti:

  • la prima concerne gli aspetti più strettamente tecnici quali le modalità di valutazione delle esposizioni al rischio rumore e la misurazione dei livelli espositivi secondo le norme di buona tecnica;
  • la seconda è relativa essenzialmente agli aspetti sanitari ed in particolare alle modalità di esecuzione della sorveglianza sanitaria, anche in ragione delle diverse professionalità (tecniche e mediche) presenti all’interno del gruppo di lavoro.

Particolare attenzione è dedicata alla valutazione del rischio di danno da rumore per i lavoratori dei cantieri edili che, in accordo con le disposizioni dell’art. 103 del D.Lgs.81/2008, può essere supportata da apposite banche dati.

Clicca qui per scaricare le “Raccomandazioni per la prevenzione dei rischi da rumore” della regione Piemonte

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *