Dalla Legge Comunitaria 2003 novità per la sicurezza dei lavoratori, contenimento energetico, gestione delle acque e rifiuti

Nel Supplemento Ordinario n. 173 alla Gazzetta Ufficiale del 15 novembre 2003 n. 266, è stata pubblicata la Legge Comunitaria 2003 (Legge 31 ottobre 2003 n. 306).

Nel Supplemento Ordinario n. 173 alla Gazzetta Ufficiale del 15 novembre 2003 n. 266, è stata pubblicata la Legge Comunitaria 2003 (Legge 31 ottobre 2003 n. 306). Tale provvedimento, che viene emanato con cadenza annuale, delega il Governo all’attuazione delle Direttive Comunitarie citate negli allegati alla legge stessa.
Nella Legge Comunitaria 2003 in particolare, sono citate ben 50 direttive europee che dovranno essere recepite dalla normativa nazionale nel corso dei prossimi mesi.
Tra gli argomenti oggetto della delega, segnaliamo:

  • recepimento delle prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni meccaniche;
  • adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni comunitarie in materia di tutela dall’inquinamento acustico;
  • recepimento delle direttive sull’esenzione della procedura di valutazione di impatto ambientale, ad esempio in caso di emergenze di protezione civile;
  • recepimento della direttiva relativa al rendimento energetico in edilizia;
  • recepimento della direttiva che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque;
  • recepimento della direttiva sull’incenerimento dei rifiuti.
Documento Dimensione Formato
Legge Comunitaria 2003 159 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *