Dalla 494 al TESTO UNICO: le novità per il cantiere

Il D.Lgs. 81/2008, in vigore dal 15 maggio 2008, ha abrogato il D.Lgs. 494/96 recuperandone ed integrandone le disposizioni; non mancano, tuttavia, elementi di novità particolarmente significativi.

Il D.Lgs. 81/2008, in vigore dal 15 maggio 2008, ha abrogato il D.Lgs. 494/96 recuperandone ed integrandone le disposizioni; non mancano, tuttavia, elementi di novità particolarmente significativi.
Riguardo i contenuti minimi del Piano di Sicurezza e Coordinamento, prima definiti dal D.P.R. 222/2003 ed ora dall’Allegato XV, viene richiesta al coordinatore particolare attenzione per le interferenze; l’allegato XV (punto 2.1.2) prevede, infatti, “una relazione concernete l’analisi e la valutazione dei rischi in riferimento alle lavorazioni interferenti ed ai rischi aggiuntivi propri dell’attività”.

Medesima attenzione è riservata agli scavi, con l’introduzione (art. 100) di un nuovo elaborato specifico: la “tavola tecnica sugli scavi”.

Molto importante, inoltre, è l’allegato XVI: esso definisce per la prima volta, in maniera puntuale e cogente, i contenuti minimi del Fascicolo dell’Opera.

Novità importanti, infine, sono quelle che riguardano il rischio rumore: l’art. 16 del D.Lgs. 494 prevedeva la valutazione dell’esposizione quotidiana di un lavoratore al rumore, l’art. 103 del D.Lgs. 81 prevede che il P.S.C. contenga l’emissione sonora di attrezzature, macchine ed impianti.

Tutte le novità anzidette sono state ampiamente trattate nel corso della Convention ACCA 2008 e illustrate dettagliatamente nel Tutorial ACCA “Guida alla nuova edilizia 2009”, che, oltre alla illustrazione delle disposizioni normative, contiene anche esempi di redazione del P.S.C. con il nuovo CerTus Unico.

Clicca sui link per vedere subito i filmati

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *