Dall’INAIL il libro sui rischi legati al genere e allo stress

Il D.Lgs. 81/08 prevede che tutti gli attori del sistema salute e sicurezza tengano conto delle peculiarità legate al genere, all’età, alle provenienze geografiche e culturali dei destinatari degli interventi di prevenzione.

Il D.Lgs. 81/08 prevede che tutti gli attori del sistema salute e sicurezza tengano conto delle peculiarità legate al genere, all’età, alle provenienze geografiche e culturali dei destinatari degli interventi di prevenzione.
L’art. 28 del Testo Unico per la Sicurezza, infatti, oltre ai rischi più “tradizionali” per la sicurezza e la salute dei lavoratori (attrezzature di lavoro, sostanze chimiche, etc.) fa espressamente riferimento ai rischi collegati allo stress lavoro-correlato, nonché a quelli connessi alle differenze di genere, all’età e alla provenienza da altri paesi.
L’INAIL attraverso il volume “Genere e stress lavoro-correlato: due opportunità per il Testo Unico” mira a fornire indicazioni, riflessioni e informazioni utili all’applicazione in ottica di genere del Testo Unico, compiendo un primo passo verso la redazione futura di Linee Guida focalizzandosi, in questa prima fase, sullo specifico problema dei rischi psicosociali e stress lavoro-correlati.

Clicca qui per scaricare il libro “Genere e stress lavoro-correlato: due opportunità per il Testo Unico” Edizioni INAIL – Novembre 2009

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *