Dall’Autorità le regole per l’affidamento dei contratti pubblici mediante procedura negoziata

Il Codice dei Contratti (D.Lgs. 163/2006) limita il ricorso alla procedura negoziata, in particolare quella senza previa pubblicazione di un bando di gara, a situazioni ben definite che possono definirsi “eccezionali”.

Il Codice dei Contratti (D.Lgs. 163/2006) limita il ricorso alla procedura negoziata, in particolare quella senza previa pubblicazione di un bando di gara, a situazioni ben definite che possono definirsi “eccezionali”.

Dall’esame degli elementi acquisiti nell’ambito dell’attività dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP), sono emersi – secondo quanto evidenziato dalla stessa Autorità – dati preoccupanti circa il ricorso “disinvolto” allo strumento della procedura negoziata effettuato da alcune stazioni appaltanti.

In particolare sono state evidenziate problematiche relative:

  • all’obbligatorietà della motivazione
  • all’artificioso frazionamento dell’importo degli appalti
  • all’insussistenza dei motivi d’urgenza assunti a fondamento del ricorso alla procedura negoziata ex articolo 57, comma 2, lettera c
  • alla gestione delle gare con modalità non conformi alle disposizioni del Codice.

Data la rilevanza dell’argomento l’Autorità ha predisposto un vademecum per l’affidamento di appalti sotto soglia con procedura negoziata, approfondendo gli aspetti di maggior rilievo, tra i quali:

  • le modalità di selezione degli operatori economici da invitare a presentare un’offerta
  • il significato da attribuire all’espressione “indagine di mercato”
  • la necessità o meno di motivare espressamente il ricorso alla procedura negoziata
  • le forme di pubblicità da seguire per ampliare la possibilità di accesso alle commesse pubbliche.

Entro il 14 dicembre prossimo è possibile inviare osservazioni e/o segnalazioni di difficoltà applicative all’Autorità.

Clicca qui per scaricare “L’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alla soglia comunitaria mediante procedura negoziata”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *