Dall’Autorità di Vigilanza chiarimenti sui pagamenti negli appalti

Con la Determinazione n. 4 del 7 luglio 2010 l’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici interviene sulla disciplina dei pagamenti nei contratti pubblici.

Con la Determinazione n. 4 del 7 luglio 2010 l’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici interviene sulla disciplina dei pagamenti nei contratti pubblici.
L’autorità chiarisce che le stazioni appaltanti, nella redazione dei documenti di gara e contrattuali per termini di pagamento, decorrenza degli interessi di mora e interessi in caso di ritardo, devono attenersi alle disposizioni del decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231.
Nella determinazione si precisa inoltre che le stazioni appaltanti non possono subordinare la partecipazione alle procedure di gara, o la sottoscrizione del contratto, all’accettazione di termini di pagamento, di decorrenza degli interessi moratori e misura degli interessi di mora difformi da quelli previsti dalla norma, né prevedere tale accettazione come elemento di favorevole valutazione delle offerte tecniche nell’ambito del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Clicca qui per scaricare la determinazione n. 4 del 7 luglio 2010

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *