Codice di comportamento delle imprese di costruzione: un valido aiuto per evitare illeciti

L’ANCE ha pubblicato il codice di comportamento delle imprese di costruzione contenente tutte le norme e le indicazioni da seguire in materia di corruzione e reati ambientali

L’ANCE (associazione nazionale costruttori edili) ha aggiornato il codice di comportamento delle imprese di costruzione includendo tutte modifiche legislative dal 2013 al 31 gennaio 2019 riguardanti principalmente corruzione e reati ambientali.

Il documento contiene una serie di schede, relative alle varie leggi in vigore, che guidano l’impresa su come operare in materia di:

  • autoriciclaggio
  • reati ambientali
  • falso in bilancio
  • anticaporalato
  • corruzione e antimafia.

Il codice è stato redatto ai sensi dell’art. 6, comma 3, del dlgs 231/2001 e s.m.i. che recita:

i modelli di organizzazione e di gestione possono essere adottati sulla base di codici di comportamento redatti dalle associazioni rappresentative degli enti

La continua evoluzione della legislazione di riferimento, con l’aumento del numero e della tipologia dei reati e della giurisprudenza in tema di responsabilità amministrativa, ha reso necessari successivi interventi sul codice di comportamento ANCE, effettuati con cadenza sostanzialmente quinquennale.

Attualmente si è ritenuto che il quadro di riferimento complessivo della revisione generale effettuata nel 2013 conservasse ancora piena validità e che ci si potesse limitare ad analizzare le modifiche legislative apportate al dlgs 231/2001 dopo tale data, per valutare il rischio specifico correlato ai nuovi reati e per proporre nuovi protocolli di prevenzione ed informazione quando necessario.

Le nuove normative incluse nell’aggiornamento del codice

L’aggiornamento 2019 del Codice acquisisce le nuove norme:

  1. Dlgs 39/2014 – Attuazione della direttiva 2011/93/UE relativa alla lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile
  2. Legge 186/2014 – Disposizioni in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all’estero nonché per il potenziamento della lotta all’evasione fiscale. Disposizioni in materia di auto-riciclaggio
  3. Legge 68/2015 – Disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente
  4. Legge 69/2015  – Disposizioni in materia di delitti contro la pubblica amministrazione, di associazioni di tipo mafioso e di falso in bilancio
  5. DLgs 7/2016 – Disposizioni in materia di abrogazione di reati e introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili, a norma dell’art. 2, comma 3, della Legge 28 aprile 2014 n. 67
  6. DLgs 125/2016 – Attuazione della direttiva 2014/62/UE sulla protezione mediante il diritto penale dell’euro e di altre monete contro la falsificazione e che sostituisce la decisione quadro 2000/383/GAI
  7. Legge 199/2016 (“anticaporalato”) – Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo
  8. Dlgs 38/2017 – Attuazione della decisione quadro 2003/568/GAI del Consiglio, del 22 luglio 2003, relativa alla lotta contro la corruzione nel settore privato
  9. DLgs 90/2017 – Attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento (CE) n. 1781/2006. (17G00104)
  10. Legge n. 103/2017 – Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario
  11. Legge n. 161/2017 (nuovo Codice antimafia) – Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n.159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni. Delega al Governo per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate
  12. Legge n. 167/2017 – Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2017
  13. Legge n. 179/2017  (“whistleblowing”) – Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato
  14. Decreto Legislativo n. 21/2018 – Disposizioni di attuazione del principio di delega della riserva di codice nella materia penale a norma dell’articolo 1, comma 85, lettera q), della legge 23 giugno 2017, n. 103
  15. Legge  n.3/2019 – Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici

 

Clicca qui per scaricare il Codice ANCE

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *