Criteri ambientali minimi (CAM) per gli arredi interni, FAQ e chiarimenti del Ministero

Pubblicati chiarimenti e FAQ sui Criteri ambientali minimi (CAM) per gli arredi interni, aggiornamento di gennaio

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) sono i requisiti ambientali definiti per le varie fasi del processo di acquisto volti a individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita, tenuto conto della disponibilità di mercato.

Il dlgs 50/2016 ha reso obbligatoria l’applicazione dei CAM da parte di tutte le stazioni appaltanti, in quanto specificano i requisiti ambientali che l’opera deve avere e si vanno ad aggiungere alle prescrizioni e prestazioni già in uso; non sostituiscono, tuttavia, quelli normalmente presenti nel capitolato tecnico.

Dal 7 novembre 2017 sono in vigore i CAM per l’edilizia adottati ai sensi del dm 11 ottobre 2017 recante

Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.

Il Ministero dell’ambiente ha di recente aggiornato sul proprio sito le FAQ in riferimento ai CAM per gli arredi per interni, adottati con dm 11 ottobre 2017.

I criteri di riferimento sono i seguenti:

  • sostanze pericolose
  • emissioni di formaldeide da pannelli
  • contaminati nei pannelli di legno riciclato
  • residui di sostanze chimiche per tessili e pelle
  • materiali da imbottitura

 

Le FAQ complete sui CAM per l’edilizia sul sito del Ministero dell’ambiente, suddivise in:

  • domande generali
  • domande specifiche su singoli criteri

 

Clicca qui per scaricare le FAQ per arredi interni, gennaio 2018

Clicca qui per conoscere PriMus-C, il software per i capitolati speciali d’appalto

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *