Cosa accade ora?

Dopo la pronuncia della Corte Costituzionale il Legislatore dovrà modificare il testo del D.L. 269/2003 recependo le indicazioni delle Suprema Corte; saranno così ampliati i poteri regolamentari delle Regioni.

Dopo la pronuncia della Corte Costituzionale il Legislatore dovrà modificare il testo del D.L. 269/2003 recependo le indicazioni delle Suprema Corte; saranno così ampliati i poteri regolamentari delle Regioni.

In pratica ciascuna Regione potrà, con apposita Legge Regionale, stabilire modalità e condizioni per l’ammissibilità alla sanatoria per ciascuna tipologia di abuso, potrà definire limiti volumetrici inferiori a quelle previsti dalla normativa nazionale ed avrà facoltà di fissare la misura dell’anticipazione degli oneri concessori.

Nelle Regioni che non emaneranno per tempo tale Legge, in assenza di ulteriori specifiche disposizioni, potrà ragionevolmente applicarsi la normativa nazionale inalterata.

Documento Dimensione Formato
D.L. 269/2003 134 Kb ACCAreader

Attenzione: Per la visualizzazione del file in formato ACCAreader si richiede la presenza sul sistema di: ACCAreader ver. 5.00
Clicca sull’ immagine per effettuare gratuitamente il download del programma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *