Conversione del D.L. 63: bonus arredi esteso agli elettrodomestici e APE obbligatorio anche per le cessioni di immobili a titolo gratuito

Prevista l’estensione del bonus mobili anche ai “grandi elettrodomestici (frigo, lavatrice, lavastoviglie) di classe non inferiore a A+ (A per i forni), sia a libera installazione che da incasso.

In arrivo novità importanti sul fronte della certificazione energetica e del bonus ristrutturazioni.

Infatti, il Disegno di Legge di conversione in legge del Decreto Legge 4 giugno 2013, n. 63, in discussione al Senato, ha ottenuto il via libera dalle Commissioni Industria e Finanze di Palazzo Madama con numerose modifiche rispetto al testo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Tra le modifiche più importanti segnaliamo:

  • Attestato di prestazione energetica (APE ) obbligatorio anche per le cessioni di immobili a titolo gratuito
    L’obbligo di produrre l’attestato di prestazione energetica (APE), prima limitato ai casi di vendita o di nuova locazione di edifici o unità immobiliari, viene ora esteso anche alle cessioni di immobili a titolo gratuito. Inoltre, per gli edifici di nuova costruzione, l’APE deve essere rilasciato prima del rilascio del certificato di agibilità e non al termine dei lavori.
  • Bonus mobili del 50% esteso agli elettrodomestici di classe non inferiore a A+
    Prevista l’estensione del bonus mobili anche ai “grandi elettrodomestici (frigo, lavatrice, lavastoviglie) di classe non inferiore a A+ (A per i forni), sia a libera installazione che da incasso. La detrazione va applicata sui mobili per l’immobile oggetto di intervento ed è prevista per un importo massimo di 10.000 euro di spesa che si aggiungono ai 96.000 euro del tetto già previsto.
  • Detrazione 65% estesa anche alle pompe di calore
    L’aula del Senato ha approvato anche l’estensione del bonus del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica anche agli impianti di riscaldamento a pompe di calore, serviti da caldaie o realizzati con condizionatori.

Clicca qui per scaricare il testo di conversione in legge del D.L. 63/2013 approvato dal Senato il 3 luglio 2013

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *