Pagamento debiti PA: al via la convenzione Mef e Cassa Depositi e Prestiti

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

In arrivo 12 miliardi di euro per il pagamento debiti PA, di cui 8 miliardi per i debiti commerciali degli enti locali. Le richieste tra il 15 giugno e il 7 luglio 2020

Il Ministro dell’Economia e Finanza  (Mef) e la  Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) hanno sottoscritto la convenzione prevista dall’art. 115 del decreto Rilancio che libera 12 miliardi di euro per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione, ossia crediti vantati dalle aziende verso le amministrazioni locali.

A renderlo noto il comunicato n. 116/2020, in cui si specifica che la somma andrà a coprire:

i debiti certi, liquidi ed esigibili degli Enti locali, delle Regioni e delle Province Autonome, maturati alla data del 31 dicembre 2019, relativi a somministrazioni, forniture, appalti e a obbligazioni per prestazioni professionali.

Dei 12 miliardi messi a disposizione per le imprese e gli altri creditori della PA:

  • 8 miliardi andranno al pagamento di debiti commerciali degli Enti locali, delle Regioni e delle Province Autonome (circa 6,5 miliardi di euro sono destinati ai Comuni mentre 1,5 miliardi sono per le Regioni);
  • i restanti 4 miliardi serviranno per i debiti degli enti del servizio sanitario nazionale.

Le richieste delle anticipazioni di cassa avranno:

  • una durata massima di 30 anni;
  • un tasso fisso dell’1,22%;
  • dovranno pervenire a Cdp tra il 15 giugno e il 7 luglio 2020;

sarà la stessa Cassa che comunicherà all’ente beneficiario la concessione dell’anticipazione entro il 24 luglio.

Nel dettaglio, nella convezione vengono definiti:

  • conferimento dell’incarico;
  • criteri e modalità per  l’accesso degli Enti alle anticipazioni;
  • recupero somme non corrisposte da parte degli Enti locali;
  • recupero somme non corrisposte da parte delle Regioni e delle Province autonome;
  • dati personali;
  • commissioni per le attività espletate dalla Cdp;
  • rendicontazione e invio dei dati al Mef.

In allegato la convenzione con i modelli di domanda di anticipazione di liquidità e gli schemi di contratto.

 

Clicca qui per scaricare la convenzione

 

primus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *