Deroga contributo minimo Inarcassa, entro il 31 maggio le domande

Deroga contributo minimo Inarcassa per ingegneri e architetti con fatturato inferiore a 15.724 euro: come si richiede e quali sono i requisiti

Ingegneri e architetti con fatturato inferiore a 15.724 euro possono presentare richiesta di deroga al contributo minimo soggettivo Inarcassa entro il 31 maggio 2017.

A partire dal 1° gennaio 2014, il Regolamento generale di previdenza 2012 prevede la possibilità di derogare all’obbligo di contribuzione minima nel caso si prevede di produrre redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo.

In pratica, ingegneri e architetti iscritti ad Inarcassa con fatturato inferiore a 15.724 Euro possono derogare per un massimo di 5 anni, anche non continuativi, nell’arco di vita lavorativa.

Pertanto, possono richiedere di non versare il contributo soggettivo minimo pari a 2.275 euro e pagare soltanto il 14,5% del reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2017, dopo la presentazione della dichiarazione on-line.

I requisiti

Per accedere alla proroga è necessario:

  • essere iscritto ad Inarcassa al momento della richiesta
  • non essere pensionando o pensionato Inarcassa
  • non usufruire della riduzione per i giovani under 35 anni
  • non aver esercitato la facoltà di deroga già per 5 volte

La domanda

Entro il 31 maggio 2017 deve essere inviata la domanda di deroga, esclusivamente in via telematica tramite l’applicativo disponibile nell’area riservata di Inarcassa On Line al menù “Agevolazioni – Deroga contributo soggettivo minimo”.

 

Clicca qui per accedere alle informazioni Inarcassa

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *