Contributi per la prevenzione rischio sismico: arrivano i fondi alle Regioni. Ecco la guida definitiva per accedere ai finanziamenti

ACCA ha realizzato nell’ambito del progetto “Riqualifichiamo l’Italia” un portale, “Contributi terremoto”, contenente una guida su come accedere ai benefici.

Dopo il terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, è stato emanato il Decreto Legge del 28 aprile 2009, n. 39 che istituisce un Fondo alle Regioni fino al 2016 per il finanziamento di interventi di mitigazione del rischio sismico su tutto il territorio nazionale.

Con il Decreto del 2 ottobre 2012 la Protezione Civile autorizza l’impegno e il pagamento della somma di 139,3 milioni di euro da ripartire tra 17 regioni italiane.

Ricordiamo che i fondi statali, erogati allo scopo di attenuare i danni provocati da un eventuale terremoto e attenuare il livello di rischio sismico, sono concessi per sostenere:

  • studi di microzonazione sismica (di cui il 40% della spesa è cofinanziato dalle regioni)
  • interventi sull’edilizia privata (di cui le regioni devono cofinanziare da un minimo del 20% ad un massimo del 40%)
  • interventi sulle strutture e infrastrutture cittadine di particolare importanza

Al riguardo, ACCA ha realizzato nell’ambito del progetto “Riqualifichiamo l’Italia” un portale, “Contributi terremoto”, contenente una guida su come accedere ai benefici.
Sul portale è presente un forum tecnico specialistico in cui è possibile condividere idee, suggerimenti e osservazioni sulle agevolazioni fiscali e porre i propri quesiti.

Clicca qui per scaricare il Decreto n. 4376 del 2 ottobre 2012
Clicca qui per accedere al portale “Contributi Terremoto”

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *