FAQ Conto termico: gli impianti forniti gratuitamente beneficiano dell’incentivo?

Per beneficiare dell’incentivo l’impianto non può essere fornito gratuitamente, dal GSE le nuove FAQ Conto termico. I chiarimenti su come effettuare i pagamenti e sulla figura del soggetto responsabile

Visto l’elevato numero di richieste di chiarimento pervenute, il GSE ha aggiornato le FAQ relative al Conto Termico, aggiungendo 19 risposte nuove.

In particolare sotto il gruppo “Informazioni generali”, vengono riportate le seguenti domande:

Qual è l’incentivo a seguito delle novità introdotte dal D. lgs 102/14?

Cosa si intende per ESCO?

Qual è la differenza tra Soggetto Delegato, Soggetto Ammesso e Soggetto Responsabile?

Come possono accedere al Conto Termico gli interventi realizzati in edifici gestiti dagli ex IACP comunque denominati e trasformati dalle Regioni?

L’incentivo è cumulabile o alternativo alla detrazione fiscale?

Chi deve essere l’intestatario delle fatture? Chi deve effettuare i bonifici di pagamento?

Le spese relative alla compilazione dell’asseverazione del tecnico possono rientrare tra le spese sostenute?

Come deve essere redatto il certificato di smaltimento del generatore sostituito e chi deve rilasciarlo?

In caso di installazione di impianti solari termici anche abbinati a solar cooling (art. 4, comma 2, lettera c, del DM 16 febbraio 2016), un soggetto che acquisisce un diritto reale o personale di godimento relativo alla sola superficie di posa del “campo

Può una ESCO che realizza un impianto solare termico stipulare con il cliente un contratto di Servizio Energia o di Rendimento energetico senza però garantire la fornitura del vettore energetico?

Quale deve essere la durata minima del contratto che la ESCO, ai sensi dell’art. 3 del DM 16 febbraio 2016, deve stipulare con il Soggetto Ammesso?

Quali sono i requisiti e informazioni minime necessari per modellizzare un edificio/unità immobiliare su Portaltermico e perché questa operazione è necessaria?

Una fotografia riportante il codice a barre dell’etichetta del generatore/impianto installato costituisce documento idoneo per la definizione della targa del medesimo componente?

Nei casi di prenotazione degli incentivi di cui all’art. 6 comma 4 lettera c) del DM 16/2/16, oltre alla documentazione già prevista dal decreto è necessario presentare ulteriore documentazione?

È possibile ottenere gratuitamente un impianto grazie ai benefici del conto termico?

Quali sono le caratteristiche che identificano il Soggetto Responsabile?

I chiarimenti del GSE

In riferimento ai quesiti più interessanti, il GSE precisa che in nessun caso, grazie ai benefici del Conto termico, può essere fornito un impianto gratuitamente. Pertanto, qualsiasi operazione che comporti la fornitura gratuita d’impianti grazie al beneficio del conto termico si deve presumere sottenda indicazioni ingannevoli.

Ribadisce anche che i pagamenti devono essere eseguiti unicamente dal soggetto responsabile; non sono in alcun modo incentivabili interventi per cui lo stesso fornitore dell’intervento (ad esempio l’installatore) abbia effettuato a se stesso il pagamento.

Inoltre, che:

  • l’incentivo è alternativo alle detrazioni fiscali
  • le fatture devono essere intestate al soggetto responsabile
  • le spese relative alla compilazione dell’asseverazione del tecnico rientrano tra le spese ammissibili

 

Clicca qui per conoscere Praticus-CT, il software per il calcolo degli incentivi conto termico

Clicca qui accedere al sito delle nuove FAQ del GSE

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *