Conto Energia e tariffe incentivanti: i ritardi termineranno da gennaio. Parola di GSE!

Il GSE ha pubblicato un comunicato in cui rende noto che da gennaio 2012 sarà di nuovo in grado di rispettare il termine dei 120 giorni previsto dalla normativa per la valutazione delle richieste e l’erogazione della tariffa incentivante

Il rilevante numero di richieste pervenute al GSE negli ultimi mesi (mediamente 18 mila al mese) ha determinato un rallentamento dei tempi di valutazione da parte del Gestore.
I ritardi sono dipesi da incertezze legate alle novità normative introdotte dal Quarto Conto Energia, come, ad esempio, i bonus per impianti made in UE. Spesso, infatti, i richiedenti hanno presentato domande incomplete che hanno comportato, da parte del GSE, richieste di integrazioni.
Tutto ciò ha comportato il dilatarsi dei tempi relativi a valutazione delle richieste e conseguente erogazione delle tariffe incentivanti.

Il GSE ha pubblicato un comunicato in cui rende noto che da gennaio 2012 sarà di nuovo in grado di rispettare il termine dei 120 giorni previsto dalla normativa per la valutazione delle richieste e l’erogazione della tariffa incentivante. Inoltre il Gestore, consapevole del disagio che i ritardi stanno arrecando agli operatori, confida nella comprensione degli stessi, consapevoli della complessità della situazione che il GSE si è trovato a fronteggiare.

Clicca qui per scaricare il Comunicato GSE

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell'edilizia?

Iscriviti GRATIS alla Newsletter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *